Centro operativo comunale: attivate la raccolta e distribuzione alimentare di via Cervone

Al lavoro decine di volontari coordinati da Croce Rossa per la preparazione e la consegna dei pacchi alimentari a 1360 nuclei familiari

Il Centro operativo comunale di Latina allarga la sua operatività e diventa un luogo fisico punto di riferimento della rete di volontari che sono rimasti sempre in prima linea durante l'emergenza covid. Qui si prepareranno anche i pacchi alimentari destinati alle famiglie in difficoltà e presto la consegna avverrà in loco. L'aiuto alimentare è attualmente destinato a 1.360 nuclei familiari e ogni pacco garantisce standard quantitativi e qualitativi omogenei. All'interno, a seconda dei componenti della famiglia, si trovano beni di prima necessità non deperibili: sale, zucchero, farina, pasta o riso, legumi e carne in scatola, biscotti e latte. 

Buoni spesa: 4mila domande presentate a Latina

La nuova struttura, che avrà anche uffici per l'attività amministrative e ospiterà tutte le altre dunzioni del Coc, è stato presentato dal sindaco Damiano Coletta, dal vicesindaco Maria Paola Briganti, dagli assessori al welfare e alla partecipazione Patrizia Ciccarelli e Cristina Leggio.  Ogni giorno si alterneranno diverse squadre di volontari di protezione civile e Caritas coordinate dalla Croce Rossa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un altro consistente passo in avanti - spiega il vicesindaco Briganti - del Centro Operativo Comunale che riesce a fornire, attraverso le associazioni di Protezione Civile del coordinamento comunale, la Croce Rossa di Latina e la Caritas diocesana, un servizio sempre più puntuale che riesce a soddisfare le complesse esigenze di questa emergenza in maniera organizzata. Siamo riusciti a dare una risposta alla città".  "Sin dall’inizio dell’emergenza - dichiara l’assessora Patrizia Ciccarelli - abbiamo detto che l’intenso lavoro di queste settimane doveva servire per dare risposte non soltanto nell’immediato ma anche nel lungo termine. L’obiettivo dei servizi sociali è essere all’altezza dei nuovi bisogni delle fasce più fragili  che stanno emergendo". "Sono tantissime le associazioni e i cittadini che si sono attivati per dare risposte solidali immediate - aggiunge l'assessore Leggio - penso al contributo straordinario dato dai molti Referenti di Quartiere, a quanti hanno supportato l’iniziativa del Carello Solidale, alla rete di supporto attivata con il contributo di associazioni e imprese. A tutti loro un grazie sentito. Oggi, ancora insieme, vogliamo guardare oltre l’emergenza e stiamo lavorando per la costruzione di una Rete di coordinamento per il contrasto alla povertà, la Rete è sempre aperta ad ulteriori contributi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento