Defibrillatori, il Comune di Cori organizza un corso di formazione

Nell'ambito dell'iniziativa "Un cuore che batte in sicurezza", l'amministrazione ha organizzato il corso destinato otto persone indicate dalle associazioni sportive che operano sul territorio

Paolo Cimini con i defibrillatori

Nei giorni scorsi era scoppiato il caso dei defibrillatori comprati e mai utilizzati perché i Comuni non avevano organizzato i corsi di formazione del personale.

Nell’ambito del progetto “La rete che ti salva la vita”, finanziato dalla Provincia di Latina e frutto della collaborazione con l’Azienda ASL di Latina e l’ARES 118, in linea con l’iniziativa “Un cuore che batte in sicurezza”, ora il Comune di Cori ha organizzato per sabato 20 ottobre, alle ore 8.30, presso il Palasport di Stoza, il Corso BSLD (Basic Life Support Defibrillation) di rianimazione cardiopolmonare con uso del defibrillatore.

Il corso è rivolto ad otto persone indicate dalle associazioni sportive che operano sul territorio, al termine del quale i partecipanti sapranno come sostenere le funzioni vitali ed eventualmente utilizzare un defibrillatore.

L’annuncio è stato dato dal delegato alla Salute del Cittadino, il dottor Paolo Cimini, che spiega come “al fine di contribuire allo sviluppo di una cultura dell’emergenza sanitaria e del primo intervento, l’amministrazione comunale ha deciso di realizzare questo corso, che prevede una parte teorica sul riconoscimento e la gestione delle emergenze ed una parte pratica con esercitazioni su manichino con l’utilizzo dello strumento, e di consegnare il defibrillatore concesso dalla Provincia di Latina all’ASD Giulianello Calcio”.

“Il defibrillatore è un apparecchio utilizzato ogniqualvolta si manifesti un’aritmia cardiaca (fibrillazione ventricolare) al fine di bloccarla con una scarica elettrica. Quello concesso dalla Provincia di Latina è un defibrillatore semiautomatico – si legge in una nota del Comune di Cori -, che valuta direttamente la necessità o meno di defibrillare il paziente, nel qual caso l’operatore addestrato potrà dare l’input sul macchinario per avviare la scarica elettrica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un test finale da parte dell’istruttore Ares 118 responsabile del corso valuterà l’acquisizione delle competenze BLSD di coloro che l’hanno frequentato ai quali alla fine verrà rilasciato, oltre all’attestato di partecipazione, riconosciuto in ambito nazionale e valido due anni, anche l’autorizzazione all’utilizzo extraospedaliero dei defibrillatori semiautomatici secondo quanto previsto dalla Legge 3 aprile 2001, n. 120 e successive modifiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

Torna su
LatinaToday è in caricamento