Indagini sulla morte di Desirée Mariottini: una perizia per isolare le impronte digitali

La Procura di Roma ha affidato l'incarico a un perito per accertamenti tecnici irripetibili

Nuove indagini sulla morte di Desirée Mariottini, la ragazza di 16 anni di Cisterna rirovata morta a Roma in uno stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo. 

La Procura di Roma ha affidato oggi una perizia per effettuare accertamenti tecnici irripetibili. Saranno quindi effettuate analisi sui reperti biologici per invididuare le impronte digitali presenti. L'obiettivo è quello di isolare le impronte per individuare con certezza chi ha avuto contatti con la ragazza di Cisterna trovat senza vita a Roma. 

La Procura ha dato 60 giorni di tempo al perito per i risultati delle indagini. Sono cinque le persone arrestate fino ad ora nell'ambito delle indagini sulla morte della minorenne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

  • Coronavirus: 12 casi in più in provincia, 13 i morti. Ma i guariti salgono a 21

Torna su
LatinaToday è in caricamento