Il mistero della fine di Desiree, morta a San Lorenzo nel palazzo occupato

Le indagini sulla fine della 16enne di Cisterna trovata senza vita. Attesa per l’esito dell’autopsia

L'edificio di via dei Lucani a Roma

E’ una vicenda piena di misteri e interrogativi da chiarire quella di Desiree M., la 16enne di Cisterna trovata morta in un edificio abbandonato nel quartiere San Lorenzo a Roma.

Sarà l’autopsia a chiarire le cause del decesso mentre gli investigatori del commissariato di zona stanno cercando di ricostruire i movimenti della ragazza visto che i familiari non riescono a spiegarsi cosa fosse andata a fare nella capitale e soprattutto come fosse arrivata in quell’ex officina abbandonata.

Desiree abitava a Cisterna con la madre ed una sorella più piccola e quando venerdì sera non è rientrata a casa i familiari si sono allarmati perché la ragazzina, raccontano gli zii e i nonni, era abituata a dare conto dei suoi spostamenti, ad avvisare se si allontanava da casa. Così hanno presentato una denuncia al commissariato di Cisterna. Eppure è arrivata a Roma e ha perso la vita in circostanze ancora misteriose, in un posto frequentato da spacciatori e tossicodipendenti lei che non aveva mai avuto problemi di droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sera prima della sua scomparsa la ragazza aveva chiamato la nonna per avvisarla che avrebbe dormito da un’amica, poi più nulla. E' stato questo l'ultimo contatto. Secondo i primi accertamenti non sarebbero stati trovati segni di violenza ma a Cisterna la mamma, i nonni, gli zii e tutti gli amici, sotto choc e stravolti dal dolore per la sua inspiegabile fine, vogliono sapere la verità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, contagi a Priverno. Il sindaco spegne le polemiche: “Nessuna zona rossa”

Torna su
LatinaToday è in caricamento