Aggressione al fratello per 20mila euro, condannato a due anni

I fatti a Priverno a settembre scorso. L'uomo aveva anche minacciato la vittima con un coltello

E’ stato condannato a due anni di carcere per tentata estorsione Angelo Zuccaro, il 46enne  di Priverno che era finito in carcere per avere aggredito e percosso violentemente il fratello.

Il processo si è svolto questa mattina con il rito abbreviato davanti al giudice per l’udienza preliminare Pierpaolo Bortone. Il pubblico ministero Claudio De Lazzaro al termine della requisitoria ha chiesto una condanna a tre anni di reclusione mentre la difesa, rappresentata dall’avvocato Sinuhe Luccone, ha chiesto la derubricazione del reato in esercizio arbitrario delle proprie ragione forte anche del fatto che la vittime nel frattempo ha ritirato al querela.  I fatti risalgono al 4 settembre dello scorso anno quando Zuccaro aveva aggredito con violenza e percosso il fratello di 48 anni, cercando anche di colpirlo con la lama di un coltello. All’origine dell’aggressione una richiesta di 20mila euro che l’uomo pretendeva. Nel corso della colluttazione i due fratelli avevano riportato entrambi delle lesioni, giudicate guaribili rispettivamente in tre e dieci giorni. Ieri l’imputato, che si trova agli arresti domiciliari, è stato condannato a due anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

Torna su
LatinaToday è in caricamento