Fondi, torna la stalker innamorata del prete: scatta l'ennesima denuncia

Solo due giorni fa la signora di 48 anni era stata allontanata con foglio di via obbligatorio ma oggi è tornata in chiesa per vedere il parroco

Era stata allontanata con foglio di via con tanto di divieto di far ritorno a Fondi per tre anni. Ma la stalker del prete, con tre arresti all'attivo, è tornata di nuovo in azione questa mattina. Gli agenti del commissariato di polizia sono dovuti intervenire ancora in Piazza Duomo, davanti alla chiesa di San Pietro Apostolo, dove il parroco e i fedeli avevano richiesto la loro presenza per la presenza della donna che, invaghitasi del giovane prelato, stava continuando a perseguitarlo e pur di vederlo si era recata in chiesa. Qui però non era riuscita a trovarlo e per l'ennesima volta aveva ripreso a minacciare e infastidire i presenti. 

Il personale di polizia hanno accertato che la donna, 48 anni, residente a Formia ma originaria di Napoli, dopo aver interrotto la funzione religiosa era salita sull'altare e aveva iniziato a leggere alcune letture senza essere autorizzata. Poi aveva preso ad urlare contro i fedeli seminando il panico in chiesa. Una volta bloccata dagli agenti e ricondotta alla ragione, è stata di nuovo identificata e denunciata. Solo nei giorni scorsi era stata allontanata da Fondi con un foglio di via obbligatorio e la denuncia è scattata ora per inottemperanza alla misura imposta e per interruzione di un servizio religioso. La stalker è stata dunque di nuovo allontanata da Fondi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Miglior panettone del Lazio: un altro riconoscimento per Ferdinando Tammetta

Torna su
LatinaToday è in caricamento