Spaccio di droga nel sud pontino, tre arrestati nell'operazione 'Fiore' in silenzio dal gip

Questa mattina l'interrogatorio di alcune delle persone accusate di appartenere ad una rete di pusher

Si sono avvalse della facoltà di non rispondere le tre persone finite agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione denominata ‘Fiore’ portata a termine dai carabinieri tra Terracina e Fondi che sono state interrogate questa mattina in Tribunale dal giudice per le indagini preliminari Pierpaolo Bortone.

Il magistrato ha ascoltato Giorgia Ranieri, assistita dall’avvocato Giancarlo Vitelli; Mirko Fiore, difeso dall’avvocato Giulio Mastrobattista e Salvatore Iannicelli, assistito dall’avvocato Maurizio Forte. I tre, che sono accusati di appartenere ad un gruppo dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, sono rimasti in silenzio e non hanno risposto alle domande.

Il gip ha convalidato il provvedimento di custodia cautelare e ha confermato la detenzione ai domiciliari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bracciante abbandonato alla stazione dal datore di lavoro si sdraia sui binari: non è mai stato pagato

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Incidente al Piccarello, schianto fra auto: due bambine in ospedale. Strada chiusa

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento