Omicidio-suicidio a Formia: coniugi uccisi. Il movente legato all'eredità

Ieri, 9 gennaio, la tragedia in una palazzina di Piazza Mattej. Le vittime Fausta Forcina e il marito Giuseppe Gionta. Pasquale Forcina dopo aver sparto si è tolto la vita

Ci sarebbe un dissidio familiare legato alla divisione di un'eredità alla base della tragedia che ieri, 9 gennaio, ha sconvolto la città di Formia. Un omicidio suicidio che conta tre morti. Uccisi i due coniugi Fausta Forcina e Giuseppe Gionta, 65 e 69 anni.. Lei era insegnante di matematica all'istituto comprensivo Dante Alighieri di Formia, lui ex docente e vice preside dello stesso istituto. Ad aprire il fuoco il cugino della donna, Pasqualino Forcina, 63 anni, che per lunghi anni aveva lavorato in uno studio di commercialisti in città e ora era impiegato invece in uno studio legale. Tutti e tre vivevano nella stessa palazzina nella centralissima via Mattej.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, accorsi sul posto subito dopo l'allarme arrivato al 112, il 63enne ha impugnato l'arma e sparato alla donna, il cui cadavere è stato rinvenuto da uno dei condomini dello stesso edificio nel pomeriggio. Sono tre i proiettili che hanno colpito la donna, che probabilmente cercava di scappare, centrandola al petto e sulle braccia. Nell'appartamento della vittima i carabinieri hanno poi trovato un secondo cadavere, quello del marito, ucciso con un proiettile al petto. Mentre il corpo di Pasquale Forcina è stato trovato nella sua abitazione. L'uomo si è tolto la vita dopo aver ucciso i coniugi. Nello stesso appartamento i militari hanno rinvenuto anche l'arma utilizzata. 

Sconcerto nel quartiere e in tutta la città di Formia, dove i tre erano molto conosciuti e stimati. I coniugi lasciano un figlio, studente universitario a Roma, che ieri era fuori città. Chi ha sentito gli spari, nel primo pomeriggio, ha raccontato di averli scambiati per dei petardi e di non essersi reso conto che si trattava invece di un'arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Investimento mortale sui binari, sospesa la circolazione dei treni sulla Roma-Napoli

Torna su
LatinaToday è in caricamento