"Guida la vita": l'intervento del prefetto durante la manifestazione

Il prefetto Pierluigi Faloni all'evento che si è tenuto oggi in Piazza: "E' bene ricordare che la incidentalità stradale è la prima causa di morte per le fasce giovanili a livello europeo"

Ecco l'intervento del prefetto di Latina Pierluigi Faloni oggi nel corso della manifestazione “Guida La Vita- I° Forum per l’Educazione e la Sicurezza Stradale”.

"Il I Forum per l’educazione e la sicurezza stradale rappresenta un momento per mettere a fattor comune i risultati di un anno di lavoro sviluppati a seguito dell’iniziativa Guida La Vita dello scorso anno ma soprattutto per condividere l’obiettivo più ambizioso di rafforzare la cittadinanza attiva, per aumentare il grado di sicurezza da parte di tutti gli utenti della strada, nella consapevolezza che solo una convinta e partecipe adesione ai valori della legalità, nella sua più ampia accezione, possa far affermare la cultura della sicurezza stradale passando da una cultura del rischio ad una cultura della prevenzione.

Un anno di lavoro tra Istituzione pubbliche e mondo privato, associazioni e volontariato, dove il ruolo di primi attori è stato assunto indiscutibilmente da tutti coloro che vi hanno preso parte, 73 partners, in quanto tutti sono stati coinvolti con un compito primario, attivo e propositivo, che di volta in volta ha messo in luce competenze e funzioni di ognuno per il raggiungimento degli obiettivi comuni.

Una filiera lunga che parte dalla Prefettura di Latina per collaborare con gli Enti Locali, la Scuola,  l’Università, la Sanità, il Lavoro , le Forze di Polizia , la Motorizzazione , Unindustria, le Società  di servizi e di Impresa, autostradali, assicurative, bancarie, tutti  con un unico obietto: la sicurezza stradale nel più ampio contesto del diritto costituzionalmente garantito della libera circolazione delle persone, del rispetto delle regole, secondo comportamenti da assumere nel assoluto ossequio della legalità.

La sicurezza stradale come fattore di crescità ma anche di analisi degli effetti e dei conseguenti costi sociali,  là dove un comportamento sbagliato di guida  incida negativamente sulla vita e sul divenire della collettività.

E’ bene ricordare che la incidentalità stradale è la prima causa di morte per le fasce giovanili a livello europeo.

Ed è da questo increscioso dato e da quelli sugli incidenti stradali occorsi in questa Provincia che ci si è voluti confrontare con l’elaborazione e la realizzazione di un progetto ambizioso, quello di formare un corpo docente nell’educazione stradale con il compito a loro volta di formare altri docenti, i quali, come un  moltiplicatore, aumentano la forza formativa per  alunni e genitori,  in un circolo virtuoso di cultura per la cultura della legalità e del rispetto delle regole per un corretto comportamento stradale.

Cosi esperti delle Forze dell’Ordine, delle Polizie Locali, dei Vigili del fuoco, dell’ASL, dell’Inail, dell’ACI, dell’Astral, dell’Ares 118, della Croce Rossa, dell’Avis, della Cooperativa Astrolabio e dell’Aicis hanno informato e formato i docenti sui comportamenti corretti da adottare sulla strada, ed ancora , inoltre, sulle cause dell’incidentalità stradale, sui costi sociali ad essa connessi, sulla correlazione tra alcool, droga e guida, e sull’importanza del primo soccorso; non dimenticando di sottolineare l’importanza della donazioni degli organi, e degli atti di altruismo e solidarietà. Ed infine,  di svolgere simulazioni e prove pratiche.  

I docenti si sono distinti per la loro capacità di realizzazione, durante l’anno scolastico, di attività progettuali di formazione ed informazione destinate agli alunni, agli studenti e alle loro famiglie.  Le attività sono state sia  di livello teorico  che pratico, risultando creative e riflessive. I lavori, realizzati attraverso varie tecniche espressive ( disegni, sculture, plastici, fotografie, poesie ) sono oggi esposti nei vari stands dedicati alle scuole.

Un test finale ha consentito di verificare il buon lavoro svolto incidendo notevolmente sul grado di conoscenza rispetto alle tematiche trattate.  

Oggi, dall’impegno preso da tutti gli attori che hanno dato vita alla manifestazione “Guida la Vita - Giornata di educazione e sicurezza stradale”, svoltasi a Latina il 21 aprile 2016, nasce il l° Forum sull’educazione e sicurezza stradale, pensato come uno spazio comune di confronto e di responsabilità condivise tra le varie istituzioni, il mondo dell’impresa, dell’associazionismo e del volontariato. Un modo di collaborare come spirito di squadra. Una squadra vincente per guidare la vita!

Obiettivi del Forum sono quelli di: formare nelle nuove generazioni una cultura della sicurezza stradale improntata al rispetto delle regole del codice della strada nella più ampia accezione dei valori della legalità; far prendere coscienza ai ragazzi delle proprie capacità e delle gravi conseguenze che attengono alla pericolosità di una guida scorretta; promuovere nuove e più efficaci politiche di prevenzione e di intervento in materia di sicurezza stradale; progettare e condividere buone pratiche che servano a rafforzare la sicurezza  stradale; avere dei Cittadini più consapevoli e rispettosi del codice della strada; diminuire il numero di incidenti stradali, dei feriti e dei decessi; analizzare gli effetti ed costi sociali derivanti dagli incidenti stradali al fine di elaborare strategie preventive di gestione dei fenomeni conseguenti;  condividere con tutti gli Enti interessati progetti comuni per il raggiungimento degli obiettivi del Forum.

In questa piazza del Popolo a Latina, sempre oggi, avrete modo di apprezzare la Cittadella della Sicurezza Stradale con  allestimenti a cura di tutti gli attori coinvolti, con spazi espositivi in cui verranno svolte attività informative, divulgative, partecipative ed interattive,  che prevedono prove e simulazioni, destinate ai ragazzi e differenziate a seconda delle  diverse fasce di età.

Per quanto è stato fatto e per la loro concreta partecipazione al progetto mi sia permesso di ringraziare :

I 25 ISTITUTI SCOLASTICI CHE HANNO PARTECIPATO ALL’EVENTO

  1.         I.C. “S.Tommaso d’Aquino”- Priverno      
  2.         I.C. “V. Pollione” –Formia                           
  3.         I.C. “A. Volpi” – Cisterna                             
  4.         I.C. “P. Mattej” – Formia                            
  5.         I.O. “Giulio Cesare” – Sabaudia                
  6.         I.C. “V.O. Cencelli” – Sabaudia                  
  7.         Scuola Media “Plinio Il Vecchio” - Cisterna
  8.          I.C. “Don Milani” - Latina
  9.          I.S.S. Mattei - Latina
  10. I.C. “G. Cena” - Latina
  11. I.C. “Alfredo Fiorini” - Terracina
  12. I.C. “Cesare Chiominto” - Cori
  13. I.C. L.Caetani - Cisterna
  14. I.C. “Leonardo da Vinci - G.Rodari” – Latina
  15. IC7 “Emma Castelnuovo”- Latina
  16. I.I.S. San Benedetto -Latina
  17. I.C. Garibaldi - Fondi
  18. I.C. “Milani”- Terracina
  19. Liceo classico «Dante Alighieri» - Latina
  20. I.C. «N.5» - Latina 
  21. I.T.C. « Vittorio Veneto» - Latina
  22. Liceo statale «A. Manzoni» - Latina
  23. Liceo scientifico «G.B.Grassi»Lati           
  24. I.C. «Giuliano» - Latina
  25. I.C. «Frezzotti – Corradini» - Latina

Un ringraziamento va a tutti voi che gentilmente avete accettato di partecipare a questo incontro.

Un saluto particolare al sindaco di Latina Coletta, alla presidente della Provincia Della Penna e al rappresentante del presidente della Regione, l’assessore Visini, per la loro costante, concreta e leale collaborazione.

Ma mi sia consentito di rivolgere un grazie di cuore a tutti coloro che oggi sono i Relatori del Forum ma un ringraziamento  specifico desidero rivolgerlo al Presidente Cerchiai, al Presidente Sticchi Damiani, ed al Professor Morcellini che nonostante i loro gravosi e molteplici  impegni hanno fatto di tutto per essere presenti al Forum.

Desidero, inoltre, ringraziare pubblicamente il Questore, i Comandanti Calvi e Bosco, per essere al mio fianco, sempre disponibili,  h24, con  competenza e grande professionalità. 

Un grazie sentito, nella circostanza,  va alla Polizia Stradale, nelle persone del Dirigente del Compartimento dr. Nigro e del Dirigente della Sezione Dr. Magliozzi e a tutti i suoi Ufficiali, Sottufficiali ed Agenti sempre presenti e operativi.

Dulcis in fundo ringrazio per il loro encomiabile impegno i dirigenti, i funzionari ed i dipendenti della mia Prefettura che hanno collaborato con sacrificio e spirito di servizio a questa iniziativa dando concreta prova della loro bravura e serio impegno professionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento