Dolore per la morte di Alessia Calvani: “Sarai l’angelo più bello”

La rabbia di amici e parenti della 15enne travolta da un'auto pirata. In tanti ricordano ora il suo sorriso e la sua voglia di vivere. I genitori hanno deciso per la donazione degli organi

Alessia Calvani (foto postata su facebook)

C’è incredulità, dolore, sconcerto, rabbia per la morte di Alessia Calvani. L’intera comunità di Latina ancora non riesce a farsi una ragione di come la vita e i sogni di una giovane di 15 anni possano essere spezzati così, buttati via da quell’auto pirata che domenica sera a mezzanotte ha travolto la ragazzina sorridente che tutti amavano.

Non c’è pace per la sua famiglia, per i genitori e il fratello di Alessia – che nella serata di ieri hanno acconsentito all’espianto degli organi della loro cara -; non c’è pace per i tanti amici che le sono stati vicino in quelle lunghissime ore in cui ha lottato tra la vita e la morte. Dopo il drammatico incidente, infatti, le sue condizioni erano apparse da subito molto gravi, e nonostante il tempestivo trasporto al Goretti di Latina, la giovane non ce l'ha fatta e si è spenta qualche ora dopo.

E anche chi la conosceva appena non può non ricordare una ragazza così bella, sorridente che amava la vita come tutti i 15enni sanno fare.

Dalle prime ore del pomeriggio di ieri quando il cuore della piccola Alessia ha smesso di battere la bacheca della sua pagina Facebook si è affollata di messaggi di amici e conoscenti ancora increduli.

C’è chi la ricorda con una foto, chi ripensa ai momenti passati con lei, al suo sorriso e alla sua allegria. “Ti ricorderò sempre con il sorriso… ciao piccola :*” scrive Erika; “Mi mancheranno i tuoi sorrisi le tue battute, i nostri inciuci, ma soprattutto mi mancherai tu!!! ti voglio bene e non mi dimenticherò mai !!! ♥ sarai l'angelo più bello!!” le dice invece Andrea. E ancora c'è chi la saluta prima di andare a dormire e chi invece le augura il buongiorno dedicandole anche una canzone, come fa Sergino con Just Breathe dei Pearl Jam.

LE INDAGINI - Intanto la polizia stradale è sempre a lavoro per cercare il pirata che investito Alessia Calvani lasciandola poi a terra senza prestarle soccorso. La speranza è che il pirata si costituisca al più presto - come ha dichiarato anche il sindaco Di Giorgi ieri con una nota -, intanto sono stati visionati i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona e raccolta la testimonianza dell'amica che si trovava con la vittima al momento dell'incidente, mentre continua l’appello nei confronti di quanti hanno visto qualcosa e potrebbero essere d’aiuto per le indagini. L'attenzione si è spostata ora verso la ricerca di una monovolume di colore grigio scuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Mega incidente sull'Appia a Sabaudia, auto si ribalta: sei feriti

  • Anche Latina avrà la sua festa di Carnevale: i carri sfilano martedì grasso

  • Traffico di auto e trattori rubati: altro colpo della polizia stradale alla banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento