Lettera intimidatoria a Giuseppe Miliano, minacce di morte per il pm

La lettera anonima contenente un messaggio minatorio è stato inviata al sostituto procuratore esperto di reati ambientali e impegnato in casi di abusivismo edilizio. Indaga la polizia

La Procura della Repubblica di Latina

Una lettera minatoria è stata inviata al sostituto procuratore Giuseppe Miliano.

Il pubblico ministero del capoluogo, esperto di reati ambientali e che negli anni si è occupato di numerosi casi di abusivismo edilizio in diverse zone calde della provincia di Latina, si è visto, infatti, destinare un inquietante messaggio di morte.

“Un proiettile costa cinquanta centesimi”, questo in sintesi il testo intimidatorio della lettera anonima. La notizia è stata rivelata questa mattina dal quotidiano “La Provincia”.

Sul caso, su cui vige ovviamente il massimo riserbo, sta indagando ora la polizia.

L’episodio arriva a qualche mese di distanza da un altro atto intimidatorio di cui è stato vittima, questa volta, il giudice Nicola Iansiti a cui vennero fatti recapitare nella posta privata alcuni proiettili.

I COMMENTI

UDC – “Esprimo la mia solidarietà al sostituto procuratore Miliano e tutto il mio sostegno per l’azione che da sempre conduce per difendere la nostra provincia e il suo paesaggio dall’abusivismo. Le minacce che lo hanno raggiunto sono un gesto vile, che va condannato. Mi auguro che il responsabile venga individuato in fretta, perché è importante che chi opera in difesa della legalità come MIliano non si lasci intimidire e continui nel suo impegno”. Lo dichiara in una nota il segretario Udc della provincia di Latina, Michele Forte, in merito alle minacce che hanno raggiunto il sostituto procuratore Giuseppe Miliano.

ALDO FORTE - "Esprimo al sostituto procuratore di Latina Giuseppe Miliano solidarietà e vicinanza per le minacce di morte che ha subito” ha dichiarato, in una nota, l'assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte . "Si tratta di un atto inaccettabile e vile - ha aggiunto Forte - che tutti, istituzioni e societa', dobbiamo condannare uniti. Non va permesso, infatti, che chi se ne è macchiato raggiunga il suo intento, intimidire e far compiere un passo indietro a chi come il pm Miliano lavora per difendere la legalita' sul territorio".

ENRICO GASBARRA - "Esprimo la solidarietà più profonda alla Procura della Repubblica di Latina e in particolare al sostituto procuratore Giuseppe Miliano per il tentativo di intimidazione che ha subito". Lo scrive in un comunicato il segretario del Pd del Lazio, Enrico Gasbarra. "Minacce e altri avvertimenti che in questi mesi si sono intensificati verso la magistratura così come gli uomini delle forze dell'ordine impegnati in prima linea, con coraggio, nella lotta alla criminalità organizzata a Latina e nella sua provincia. Minacce gravi, - prosegue il segretario del Pd - che non devono essere sottovalutate, di fronte alle quali la politica così come le istituzioni devono reagire per far sentire tutto il proprio sostegno e la vicinanza a uomini dello Stato che con determinazione e professionalità stanno portando avanti un lavoro fondamentale - conclude Gasbarra - per difendere e liberare un territorio meraviglioso da forze criminali che possono essere sconfitte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Aggressione ai paparazzi a Ponza, Belen e Stefano De Martino accusati di rapina

  • Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

  • Cisterna, caseificio chiuso dal Nas continua a produrre mozzarelle: denunciato il titolare

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

Torna su
LatinaToday è in caricamento