Motopeschereccio affondato a Terracina: recuperato il corpo di Rinaldo Di Lello

Le ricerche sospese nella serata di ieri sono ripartite questa mattina. Rinvenuto il relitto con all’interno il corpo del pescatore 63enne disperso

E’ stato rinvenuto e recuperato nella tarda mattinata di oggi il corpo del pescatore di 63 anni, Rinaldo Di Lello, che risultatava disperso dalla giornata di ieri dopo l’affondamento del motopesca Claudio Padre nelle acque antistanti il litorale di Terracina. 

Le ricerche del comandante, coordinate dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina, sospese nella serata di ieri con l’arrivo del buio sono poi riprese questa mattina con l’importante collaborazione anche della marineria locale che ha partecipato attivamente all’attività insieme alla motovedetta CP 856 della Capitaneria di porto di Gaeta. 

Dopo che è stato individuato il punto di probabile affondamento dell’imbarcazione i sommozzatori del 2° Nucleo Operatori subacquei della Guardia Costiera di Napoli hanno confermato la presenza del relitto. Il corpo del pescatore 63enne è stato rinvenuto proprio all’interno dell’imbarcazione; recuperato è stato trasportato a bordo della motovedetta in porto, dove è stato effettuato il successivo riconoscimento da parte dei familiari. Su disposizione della competente Procura di Latina la salma è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

“Bentornato in porto Comandante Rinaldo Di Lello”

“Bentornato in porto Comandante Rinaldo Di Lello”: questo è il messaggio del sindaco di Terracina Nicola Procaccini che, attraverso la sua pagina Facebook, ha voluto salutare il 63enne pescatore a cui ha dedicato una poesia di Edgar Lee Masters. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento