SOSpeso, l’obesità spiegata ai ragazzi: iniziativa per gli studenti pontini

Due appuntamenti il 29 ottobre: presentazione del concorso fotografico per le scuole superiori al mattino; nel pomeriggio alla Feltrinelli presentazione del libro PrESO DI MIRA di Francesco Baggiani e del progetto fotografico di Scopelliti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Un concorso fotografico per i ragazzi degli istituti superiori di Latina, un tema importantissimo come quello dell’obesità, una storia da condividere e un libro: una serie di iniziative, risorse e persone che tutte insieme fanno “SOSpeso”, il progetto per gli studenti di Latina ideato da Chiara De Nardis, presidente dell’Associazione Diamole Peso Onlus.

Il disegno ideato dalla presidente De Nardis e patrocinato e finanziato dal Comune di Latina sarà presentato alla città, alla stampa, agli studenti e ai loro professori il 29 ottobre a cominciare dalle 12.30, presso il circolo cittadino in Piazza del Popolo a Latina.

L’incontro, oltre alla presentazione del concorso promosso dall’associazione, sarà anche uno spaccato di un mondo offerto ai ragazzi tramite il racconto della stessa De Nardis (Io, studentessa obesa) e gli interventi di Francesco Baggiani, pedagogista, è autore di PrESO DI MIRA, Pregiudizio e discriminazione dell’obesità, e Daniele Di Pauli, psicologo e psicoterapeuta.

Sono previsti i contributi del sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi e del consigliere comunale e presidente della commissione trasparenza Omar Sarubbo, del fotografo Marcello Scopelliti, che ha realizzato la foto simbolo di questa iniziativa, e dell’ispettore superiore della Polizia di Stato di Latina Tommaso Malandruccolo.

La giornata continuerà nel pomeriggio alla libreria Feltrinelli alle 17 a Latina con la presentazione del libro di Baggiani e del progetto fotografico di Marcello Scopelliti  in collaborazione con l'associazione Diamole Peso onlus(il nome verrà svelato in quella occasione).

“Spesso sottovalutate sono le conseguenze sociali causate dall’obesità – dichiara la presidente Chiara De Nardis - prima fra tutte la discriminazione soprattutto quando colpisce giovani e ragazzi che oggi considerano l'obesità solo un difetto estetico e non una grave patologia multifattoriale alla quale si associano svariate altre patologie. Da questo purtroppo, spesso, nascono forme di bullismo e di violenza che non sono facili né da riconoscere né da combattere. Diamole Peso è pienamente cosciente del ruolo svolto dalle scuole nel processo di formazione degli alunni, per tale ragione, molto importante per noi è trasmettere la conoscenza di queste tematiche in questa fase di crescita e maturazione all’interno della scuola, sicuri che le informazioni, le competenze e le capacità che saranno acquisite non saranno dimenticate in futuro e potranno, grazie anche alla modalità progettuale scelta, essere un grande stimolo per i giovani studenti”.

Regolamento e informazioni sul concorso fotografico e sull’iniziativa sono reperibili sul sito www.sospeso.org

Torna su
LatinaToday è in caricamento