Ammortizzatori, risorse scarse: sindacati in protesta a Roma

I segretari di Latina di Cgil, Cisl e Uil annunciano la mobilitazione del 16 aprile in virtù della situazione di emergenza per l’insufficienza delle risorse

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

“In ragione della grave emergenza determinata dall'insufficienza di risorse ad oggi disponibili per la copertura degli ammortizzatori in deroga le Segreterie Nazionali di CGIL, CISL, UIL hanno indetto per il prossimo 16 aprile a Roma una Manifestazione Nazionale che sarà conclusa dai Segretari Generali Camusso, Bonanni, Angeletti.

La Manifestazione si terrà in piazza Montecitorio a Roma, a partire dalle ore 9.30, con l'obiettivo di sollecitare il Governo e di sensibilizzare il Parlamento sulla necessità di dare rapida risoluzione ad una emergenza che nei territori ha già visto presidi, manifestazioni e che rischia di aggravare la condizione sociale di centinaia di migliaia di lavoratori e di migliaia di imprese ai quali verrebbero a mancare gli unici strumenti ad oggi disponibili per contrastare la crisi.

Dalle stime prodotte sinora le risorse messe a disposizione dal Governo in legge di stabilità rischiano di esaurirsi nell’arco di poche settimane, difatti ripartiti gli ulteriori 260 milioni della seconda tranche in aggiunta ai 560 già stanziati e anticipata anche la verifica del 30 aprile sulla possibilità di arrivare ad ulteriore dotazione di circa 200 milioni accedendo allo 0,30 delle risorse della formazione continua, sulle quali ad oggi non è ancora stato avviato un confronto, in molte regioni la situazione sarebbe comunque critica.

Lo stesso Ministro del Lavoro ha affermato la necessità di un coinvolgimento di altre responsabilità di Governo, in particolare dell'economia, al fine di reperire ulteriori risorse.

Per questa ragione ribadiamo la richiesta di istituire un tavolo presso la Presidenza del Consiglio che lavori celermente con le parti sociali e le Regioni al fine di dare risoluzione e certezza alla vertenza sugli ammortizzatori in deroga prima del 30 aprile in modo da evitare ulteriori peggioramenti per quei lavoratori a cui già oggi sono state ridotte le coperture. Allo stesso tempo riteniamo necessario aprire un confronto con i gruppi parlamentari e con le commissioni recentemente costituite.

Unitamente a ciò sollecitiamo una rapida risoluzione dei ritardi dovuti ai mancati pagamenti di diverse mensilità arretrate, parte ancora 2012 e 2013 riferibili al riparto di risorse già avvenuto alle Regioni e bloccate presso l'Inps per le quali nell'ultimo incontro con il Ministro ci era stata fornita assicurazione di accelerazione delle procedure autorizzative.

Contemporaneamente va aperto un confronto con la Conferenza delle Regioni sulla definizione di accordi che adeguino alla effettiva esigenza la capienza delle risorse ripartite con i nuovi criteri concordati dalle stesse che in parte superano il limite della distribuzione in base alla spesa storica ma che in assenza di ulteriori risorse non appaiono risolutivi nell'assicurare la fruizione del diritto alla prestazione a coloro i quali ne hanno e avranno titolo.

‘I Segretari Generali di CGIL, CISL, UIL di Latina, Anselmo Briganti, Ewa Blasik e Luigi Garullo, invitano tutti gli iscritti a partecipare a questa mobilitazione, che assume carattere di straordinaria rilevanza, proprio in un momento di grande difficoltà occupazionale del nostro territorio e, più in generale del paese’”

Così in una nota i segretari provinciale di Cgil, Cisl e Uil, Anselmo Briganti, Ewa Blasik e Luigi Garullo

Torna su
LatinaToday è in caricamento