Plastic Free: la campagna nazionale “Mediterraneo da remare” arriva a Ventotene

L’evento di sabato 7 settembre per tutela della risorsa idrica, delle Aree Marine Protette e degli ecosistemi marini organizzato da Fondazione UniVerde e Marevivo

Farà tappa sabato 7 settembre a Ventotene la campagna nazionale “Mediterraneo da remare”. L’obiettivo è quello di proseguire l’impegno a sensibilizzare la collettività alla tutela del Mare Nostrum, con il focus #PlasticFree dedicato a contrastare l’inquinamento da plastica nei mari. 

L’incontro è organizzato da Fondazione UniVerde e Marevivo, con il patrocinio del Comune di Ventotene, con la collaborazione di Castalia Consorzio Stabile S.C.p.A., Idroambiente, Mare di Circe e Federazione Italiana Canoa e Kayak e con l’adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera; si terrà alle 12 al Centro Polivalente “Umberto Elia Terracini” e sarà preceduto da una remata simbolica con canoisti e canottieri per promuovere l’uso di canoe e barche a vela e sensibilizzare al contrasto dell’inquinamento da plastica nei mari, con la raccolta, da parte degli sportivi, di eventuali rifiuti trovati in acqua durante la remata. Media partners dell'evento: TeleAmbiente e GreenStyle.

“Sarà questa - spiegano gli organizzatori dell’evento - l’occasione per approfondire anche la valutazione degli impatti e dei rischi che comportano gli scarichi degli impianti di dissalazione, a partire della realtà dell'isola pontina. Se da una parte, infatti, è fondamentale garantire il diritto all’acqua potabile e di qualità, per tutti, dall’altra è altrettanto fondamentale garantire la tutela del mare, la difesa degli habitat marini e contrastare ogni forma di minaccia per la biodiversità e per gli ecosistemi, ormai sempre più vulnerabili anche a causa dell’esponenziale aumento della presenza di plastiche nei nostri mari ed oceani”.

La tappa sull’isola pontina di “Mediterraneo da remare” sarà aperta dai saluti di Gerardo Santomauro, sindaco di Ventotene e presidente dell'Area Marina Protetta Isole di Ventotene e Santo Stefano, a cui faranno seguito gli interventi di: Alfonso Pecoraro Scanio (presidente Fondazione UniVerde), Rosalba Giugni (presidente Marevivo), C.F. Federico Giorgi (comandante Capitaneria di Porto di Gaeta) e Daniele Coraggio (presidente dell’Associazione Ventotene Mia). Modera: Stefano Zago (Direttore di TeleAmbiente).

L’ambizioso obiettivo della campagna, è dunque quello “di promuovere una riconversione e una rivoluzione culturale che possano guidare la collettività a ritornare in sintonia con Madre Terra, a partire dai piccoli gesti quotidiani. Le iniziative itineranti della campagna, che si sono svolte nel corso dell'estate 2019, lungo le coste italiane, in varie località e con l’adesione di diversi stabilimenti balneari, sono state prevalentemente dedicate a contrastare la dispersione delle macro e micro plastiche in mare, con lo slogan #PlasticFree, ma anche a rilanciare il focus #AcquascooterFree promuovendo la mobilità a remi e la diffusione dell’uso delle canoe in luogo del noleggio di moto d’acqua”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

Torna su
LatinaToday è in caricamento