Delega fiscale, Maietta: “Voto favorevole ma le tasse vanno abbassate”

Il deputato pontino di Fratelli d’Italia è intervenuto oggi alla Camera: “L’auspicio è che questo costituisca solo un primo passo nel senso di migliorare il rapporto tra i cittadini ed il sistema fiscale”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Fratelli d’Italia voterà a favore di questo provvedimento di delega fiscale, ma lo farà nell’auspicio che questo costituisca solo un primo passo nel senso di migliorare il rapporto tra i cittadini ed il sistema fiscale". 

È quanto ha dichiarato oggi alla Camera Pasquale Maietta, deputato di Fratelli d'Italia, in dichiarazione di voto sulla delega al Governo recante disposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita.

"Apprezziamo molti degli obiettivi contenuti nel testo in esame: il perseguimento della certezza del sistema tributario attraverso la definizione dell’abuso del diritto; il miglior funzionamento del contenzioso; il riordino della riscossione delle entrate locali; la revisione delle sanzioni penali ed amministrative.

Per la questione, a nostro parere centrale, del contrasto alle forme patologiche nel gioco d’azzardo, avremmo preferito l’adozione di norme più stringenti, quali la riduzione dell’offerta di gioco; la previsione di un rafforzamento dei poteri dei sindaci; la fissazione delle fasce orarie in cui è consentito il funzionamento dei giochi; la previsione di alimentare il fondo di contrasto al gioco d’azzardo patologico anche con i proventi della intera filiera del gioco, e, infine, la possibilità di individuare meccanismi di autoesclusione dal gioco ulteriori rispetto alla creazione del registro nazionale.

Ben venga un migliore funzionamento del sistema tributario – ha concluso Maietta - ma molto rimane da fare per risolvere la questione della eccessiva imposizione fiscale nel nostro Paese, anche a carico dei privati, che concorre a rallentare sensibilmente la ripartenza della nostra economia”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento