Basket, Benacquista ko nella prima casalinga: al PalaBianchini vince l'Orsi Tortona

Sconfitta nell'esordio in casa per Latina che, di fronte a circa mille spettatori, viene superata da Tortona con il risultato di 66-75. Il prossimo turno con domenica 16 ottobre in trasferta contro la Givova Scafati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Latina, non bastano l’energia e il calore del pubblico  – Domenica 9 ottobre sotto i riflettori del PalaBianchini la Benacquista Assicurazioni Latina Basket in occasione della seconda giornata della regular season ha disputato la prima gara casalinga del campionato di Serie A2 Citroën, sfidando la compagine dell’Orsi Tortona di fronte a circa mille spettatori. Nonostante una grande energia dimostrata soprattutto nei primi due quarti, la Benacquista, complici alcuni errori e troppe concessioni di secondi tiri all’avversario, non riesce a far suo il match e si arrende agli ospiti sul risultato finale di 66-75.

Il prossimo appuntamento con i nerazzurri di coach Gramenzi è in programma per domenica 16 ottobre alle ore 18:00 sul parquet del PalaMangano, dove il team latinense sfiderà l’ostica formazione della Givova Scafati oggi vittoriosa sulla Mens Sana Siena (94-81).

LA PARTITA

PRIMO QUARTO - Partenza energica da parte dei nerazzurri e in particolare di Mitchell Poletti che mette a segno i primi 5 punti della Benacquista. Sul fronte opposto rispondono Garri e Greene (5-4 al 3’). Rapidità nelle azioni e belle soluzioni da parte di Alredge sia in difesa, che in attacco (7-6 al 4’). Gara avvincente fin dai primi cinque giri di lancette ed è ancora Jonathan Arledge a dare spettacolo con una splendida schiacciata (10-8 al 5’). Coach Gramenzi ruota i suoi uomini in campo, mentre Tortona resta sulla scia dei pontini (10-10 al 6’). Continua lo show del numero 5 nerazzurro, Jonathan Arledge, che realizza un’ulteriore schiacciata e recupera numerosi rimbalzi. La gara prosegue sul filo dell’equilibrio e il primo quarto termina in perfetta parità 18-18.
SECONDO QUARTO - In avvio di seconda frazione gli ospiti provano a prendere le distanze, piazzando un break di 7-2 che li porta sul +5 al 13’ (20-25). Si scuote la Benacquista e arriva anche il primo canestro di Roberto Rullo, imitato subito dopo da Poletti e al 16’ il tabellone segna 25-28 in favore di Tortona. Il ritmo leggermente rallentato e qualche conclusione sfortunata non consentono la realizzazione di molti canestri e al 18’ il punteggio è di 28-33 per i piemontesi. Coach Gramenzi chiama time out e al rientro sul parquet è Mitchell Poletti a ridurre le distanze per i nerazzurri (30-33). Il tempo scorre e si va negli spogliatoi con Latina che insegue gli ospiti di 4 lunghezze: 32-36.
TERZO QUARTO - Al rientro dal riposo sono ancora i lunghi nerazzurri  Mitchell Poletti e Jonathan Arledge a dettare le regole del giocolatinavstortona_04 e al 22’ la Benacquista conquista la parità 36-36. Il canestro del vantaggio arriva un minuto dopo con Keron DeShields che realizza di tabella del 38-36 in favore dei padroni di casa. Derthona recupera, ma lo statunitense ristabilisce il vantaggio con una bellissima azione in transizione (40-38 al 24’). Si gioca sul filo dell’equilibrio e Cosey realizza la tripla del 40-43 in favore di Tortona al 25’. La sfida continua a scorrere con la Benacquista che prova a restare in partita, mentre Derthona prova costantemente ad allungare il divario. La terza frazione va in archivio con un canestro di Poletti a fil di sirena che sancisce il punteggio di 46-50.
ULTIMO QUARTO - L’ultimo quarto si apre con l’Orsi Tortona che incrementa il divario (46-52) ma è pronta la reazione pontina che al 31’ si riporta sul -4 (48-52). Gli ospiti sono implacabili e replicano dalla lunga distanza per il +7 piemontese (48-55 al 32’). Non demorde la Benacquista che con Pastore riduce a 5 le lunghezze di svantaggio (50-55) ma l’americano  Cosey centra ancora la retina dai 6.75 per il +8 ospite (50-58 a 6:37 dal termine). Tortona riesce a conquistare la doppia cifra di vantaggio al 35’ (50-60) con Latina che soffre in difesa ed è sfortunata in attacco. La formazione ospite allunga ulteriormente sul +12 (50-62 a 4:50” dalla sirena). I nerazzurri provano a rientrare con Poletti (52-62 a 4:37”) ma strada del recupero è piuttosto impervia per i pontini che subiscono la vena realizzativa del team ospite, anche se, come di consueto, non mollano di fronte alle difficoltà (54-65 a 3:40”). Keron DeShields prova a trascinare i suoi (56-65 a 2:43”). Le percentuali al tiro dell’Orsi Tortona sono positive a differenza di quelle della Benacquista che non riesce a trovare con facilità la via del canestro e, a 1:29” dal termine del match, il punteggio è sul 59-70 in favore di Derthona. La squadra ospite si porta nuovamente sul +12 (61-73 a 59”). Coach Gramenzi chiama time out e al rientro Latina prova a recuperare, ma il divario è troppo ampio e la gara termina con il successo dell’Orsi Tortona sul risultato finale di 66-75.

I TABELLINI

Benacquista Assicurazioni Latina Basket vs Orsi Tortona 66-75 (18-18, 32-36, 46-50, 66-75)
Benacquista Assicurazioni Latina Basket:  Alredge 10, Mathlouthi n.e., Poletti 15, Rullo 4, Mascolo 2, DeShields  21, Uglietti 1, Allodi 2, Pastore 11, Cavallo n.e.. Coach Gramenzi.
Orsi Tortona:   Greene 20, Cosey 18, Alviti, Ricci 10, Sanna 6, Conti 3, Mascherpa 7, Garri 9, Apuzzo n.e., Cucci 2. Coach Cavina.
Latina tiri da 2: 56% (22/39), tiri da 3: 19% (3/16) tiri liberi:8 1 % (13/16) Tortona tiri da 2: 51% (18/35) tiri da 3: 30% (10/33) tiri liberi: 100% (9/9).

l commento di coach Gramenzi – Al termine della gara l’head coach nerazzurro Franco Gramenzi ha commentato: "Un esordio difficile, un avversario complicato da attaccare e del quale abbiamo subito molto l’aggressività. L’errore più grave commesso durante la partita è stato quello di concedere a Tortona tanti secondi tiri.  La partita l’abbiamo persa principalmente per questo motivo, oltre che per altri errori  da parte di tutti.  Soprattutto nei primi due quarti avremmo potuto concretizzare molto di più e  acquisire un maggiore vantaggio. I ragazzi hanno provato a risolvere la gara, ma purtroppo l’esito non è stato positivo. Ha inciso anche la demoralizzazione scaturita dallo svantaggio incassato, che ha reso maggiormente difficoltosa e faticosa la risalita. E’ un peccato perché all’inizio del terzo quarto eravamo rientrati  e sembrava potessimo recuperare la partita, poi invece abbiamo commesso gli stessi errori della prima parte della gara. Ora dobbiamo guardare avanti, alle prossime due sfide che ci attendono in trasferta a Scafati e ad Agrigento e che saranno molto delicate".

Torna su
LatinaToday è in caricamento