Asili nido, nuovo regolamento: il commento della Sovrani

L’assessore commenta il nuovo regolamento per la gestione e il controllo degli asili nido la cui bozza è stata approvata in Commissione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Nella seduta del 27 marzo 2013 la Commissione Consiliare Permanente “Sanità, Igiene Pubblica, Medicina Scolastica, Pari Opportunità, Anagrafe, Personale, Pubblica Istruzione, Asili Nido, Volontariato, Decentramento Amministrativo” ha concluso i lavori di stesura del nuovo Regolamento per la gestione ed il controllo degli asili nido comunali

Il nuovo Regolamento ha recepito le modifiche apportate dalla LR 12/2011 alla Legge Regionale 59/80 “Norme sugli asili nido” con la quale sono stati modificati alcuni parametri relativi al rapporto educatore/bambini e addetti ai servizi generali.

“Le importanti - sostiene l’Assessore Marilena Sovrani - novità riguardano i criteri per l’ammissione agli Asili Nido Comunali che prevedono una valutazione non solo del reddito ISEE ma anche della situazione familiare: sarà data, come nel passato, la precedenza alle situazioni segnalate dai Servizi Sociali, e verrà assegnato un punteggio più alto alle famiglie, anche monoparentali, che hanno impegni lavorativi perché, in questo particolare momento economico, maggiormente hanno bisogno di sostegno nel lavoro di cura.

Sono state riviste, e leggermente ampliate, le attuali 6 fasce di reddito con l’introduzione di due ulteriori fasce perché abbiamo ritenuto opportuno “far pagare di più, chi ha di più”, nel rispetto del principio di contribuzione più equa rispetto al proprio reddito.

Nel perseguimento del sostegno anche economico alle famiglie, soprattutto se numerose, è stata aumentata la riduzione della retta in caso di frequenza di fratelli dal 10 al 25% sulla retta dovuta.

Particolare attenzione è stata rivolta ai bisogni educativi dei bambini disabili per i quali è stata prevista la deroga al limite di età, garantendo al frequenza dell’asilo nido per un ulteriore anno, se richiesto dai servizi competenti.

A breve la Giunta provvederà ad approvare le nuove tariffe, che già sono state discusse e approvate in Commissione. Il regolamento dovrà essere approvato in Consiglio Comunale.

Voglio complimentarmi con il lavoro svolto dai componenti della Commissione e dal Presidente Giorgio Ialongo per la responsabilità con la quale hanno portato a termine i lavori nei tempi che consentiranno l’applicazione dei nuovi criteri già a partire dalle prossime ammissioni il cui bando verrà pubblicato alla fine di aprile.

E’ un’importante dimostrazione che di fronte ai problemi concreti delle famiglie, si possono trovare risposte sinergiche che superano le logiche degli schieramenti, nell’obbiettivo di dare risposte ai bisogni di tutta la cittadinanza, con l’attenzione sempre rivolta alle esigenze dell’infanzia.”

Torna su
LatinaToday è in caricamento