Attentato Villaggio, Aldo Forte: "Un atto che ferisce doppiamente"

Deciso l’intervento dell’assessore alle politiche sociali e famiglia della Regione Lazio. “È un atto che offende il lavoro dei tanti volontari. I colpevoli vanno individuati al più presto”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

“Un atto che ferisce doppiamente, non solo per i danni materiali, ma soprattutto perché offende il lavoro e l’impegno di tanti volontari, che senza chiedere nulla in cambio hanno ricondotto al bene comune un luogo di illegalità”. Così in una nota l’assessore regionale Aldo Forte, sull’atto vandalico che nella notte ha distrutto la parte interna aperta al pubblico del Villaggio della Legalità di Borgo Sabatino, in provincia di Latina, bene confiscato per abusivismo edilizio e affidato all'associazione.

“Mi auguro – aggiunge Forte - che i colpevoli vengano individuati al più presto. E che da parte delle comunità ci sia una manifestazione pubblica a sostegno del Villaggio della Legalità. Di fronte a certi atti, né le istituzioni né la società può arretrare di un passo. Soprattutto in una fase come quella che stiamo vivendo, nella quale bisogna evitare che alla crisi economica se ne affianchi una ancora più pericolosa, quella dei valori. Valori da difendere,z come la legalità e il bene comune, così come la pratica del volontariato”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento