Parco comunale intitolato a Falcone e Borsellino, arriva il sì del prefetto Faloni

Autorizzare le intitolazioni approvate in Consiglio tra cui anche quelle del Parco Oasi Verde, della piazza antistante la chiesa Santa Chiara e di via Fogliano rispettivamente a Susetta Guerrini, Ilaria Alpi e Ada Wilbrham Caetani

Il prefetto di Latina Faloni

Arriva l’ok anche del prefetto Pierluigi Faloni all’intitolazione del parco comunale ai due giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino la cui cerimonia è prevista proprio mercoledì 19 luglio, giorno del 25esimo anniversario della strage di via D’Amelio. 

A darne notizia l’Amministrazione Comunale. “Con decreto a firma del prefetto di Latina Pierluigi Faloni sono state autorizzate le intitolazioni approvate con delibera di Consiglio Comunale n.45 del 28 giugno 2017. L’atto prefettizio è stato consegnato oggi al sindaco Damiano Coletta ed è valido tanto per il Parco comunale ribattezzato Parco Falcone e Borsellino, quanto per il Parco Oasi Verde, la piazza antistante la chiesa Santa Chiara, via Fogliano intitolati rispettivamente a Susetta Guerrini, Ilaria Alpi, Ada Wilbrham Caetani".   

“Ora c’è tutta la documentazione prescritta dalla normativa vigente in materia – afferma il sindaco Coletta –. Ringrazio il prefetto dottor Pierluigi Faloni per aver abbreviato i tempi permettendo la cerimonia di intitolazione del Parco comunale per il 19 luglio, ha evidentemente riconosciuto il significato e il valore che i giovani in particolare possono percepire leggendo i nomi di Falcone e Borsellino sulla targa che verrà installata nel Parco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

Torna su
LatinaToday è in caricamento