Rifiuti, no al decreto Clini: Provincia e Comuni uniti nella battaglia

Consiglio provinciale ad hoc allargato ai sindaci. Siglato un documento e annunciato il ricorso contro il decreto "che vuole far divenire la Provincia di Latina la pattumiera del Lazio"

Sede della Provincia di Latina

Dopo il botta e risposta tra il presidente della Provincia di Latina e il ministro Clini in merito alla tanto discussa questione dei rifiuti che sta tenendo banco in questi giorni, questa mattina si è tenuto un consiglio provinciale straordinario proprio sul tema dei rifiuti, aperto anche alla partecipazione dei sindaci.

Durante la seduta è stato sottoscritto, dallo stesso consiglio e dai primi cittadini della provincia di Latina, un documento nel quale si dichiara che “le competenti autorità nazionali, regionali, provinciali e comunali, intraprendano ogni più utile, tempestiva ed efficace azione volta a scongiurare le improvvide conseguenze derivanti dal Decreto del Ministro dell’Ambiente e del territorio in danno Provincia di Latina".

Inoltre, il documento "sollecita il presidente della Provincia di Latina ad adoperarsi per la tutela degli interessi di cui la Provincia è portatrice con ogni mezzo idoneo ed in primis promuovendo ricorso nelle sedi giudiziali competenti, volto all’annullamento del il Decreto del Ministro dell’ambiente " e impegna il consiglio provinciale "a sollecitare l’attenzione del Governo, Parlamento, Ministeri competenti, destinatari del presente atto, affinché vengano esaminate, ed ove possibile accolte, le istanze rappresentate dal presente ordine del giorno, ed a tutte le Province affinché si attivino parimenti presso ogni sede utile".

Il Consiglio provinciale di Latina chiede poi "ai Parlamentari del territorio di farsi promotori di iniziative volte a scongiurare gli effetti del decreto sul territorio pontino; alle organizzazioni di categoria di mobilitarsi contro il decreto per una maggiore partecipazione e tutelare della integrità di un territorio ed una comunità produttiva; alle forze economico-sociali di mobilitarsi per salvaguardare la dignità, la salute e l’ambiente in cui viviamo. Ai cittadini tutti, agli uomini di cultura, alle associazioni e ai gruppi di volontariato di manifestare il loro amore per il territorio, opponendosi ad un provvedimento che vuole far divenire la Provincia di Latina la pattumiera del Lazio".

LA PROTESTA - SIT IN DAVANTI LA DISCARICA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Estorsione a una donna, Costantino ‘Patatone’ Di Silvio condannato a due anni di carcere

  • Mega incidente sull'Appia a Sabaudia, auto si ribalta: sei feriti

Torna su
LatinaToday è in caricamento