Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Rifiuti, Clini: “Valido il mio decreto. Non include il piano regionale”

Il ministro all'Ambiente commenta così la decisione del Tar di bocciare il piano regionale. Poi una frecciatina al presidente Cusani: "La Provincia di Latina non sa di cosa parla"

Si continua a parlare di rifiuti e inevitabilmente si incastrano le due vicende che hanno scandito questa settimana, il decreto del ministro Clini, che prevede il conferimento nelle altre province del Lazio dei rifiuti della capitale, e la decisione del Tar di bocciare il piano regionale dei rifiuti approvato nel gennaio del 2012.

“Il decreto non ha alcun riferimento al piano regionale dei rifiuti del Lazio. Non ha nulla a che vedere" ha commentato lo stesso ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, interpellato sul ricorso della Regione Lazio al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar del Lazio.

Parlando poi del decreto sui rifiuti di Roma, pubblicato il 7 gennaio sulla Gazzetta ufficiale, il ministro ha spiegato che "è un'altra cosa, ha assunto le tabelle fornite dalla Regione Lazio il 24 dicembre scorso sugli impianti esistenti di trattamento meccanico biologico e quelli sotto procedura di autorizzazione. Il decreto - ha proseguito il ministro - assume come criterio la programmazione per la gestione dei rifiuti nell'intera regione. Nulla a che vedere, quindi, con il piano regionale”.

Infine anche una frecciatina al presidente Cusani: “Quelli che hanno applaudito alla decisione del Tar e la Provincia di Latina che parla di carta straccia, non sanno di cosa parlano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Clini: “Valido il mio decreto. Non include il piano regionale”

LatinaToday è in caricamento