Strage a Cisterna, a “Mattino 5” la testimonianza dell’amica di Antonietta | IL VIDEO

Ospite questa mattina a “Mattino 5” Michela, la migliore amica di Antonietta Gargiulo, ha raccontato le paure, i timori e le violenze subite dalla donna. In particolare Michela si è soffermata su uno degli episodi di un dramma familiare forse annunciato e dall’epilogo tragico. La mattina di una settimana fa, del 28 febbraio, Luigi Capasso dopo aver sparato e ferito gravemente la moglie Antonietta Gargiulo è salito in casa dove ha poi ucciso le sue due figlie per togliersi infine la vita. 

Ed è stata proprio Michela quel giorno a parlare con l’appuntato dei carabinieri mentre era ancora barricato nell’abitazione di via Collina dei Pini. “Mi ha detto che aveva ammazzato le bambine, ma io non c’ho creduto; ho pensato che me lo avesse detto solo per ferirmi. E invece lui le aveva già ammazzate. E mi ha detto: 'La colpa è tua'” ha raccontato durante la puntata di oggi della trasmissione di Canale 5 Michela. “Noi abbiamo fatto del tutto per proteggere Antonietta. Aveva chiesto aiuto alle forze dell’ordine, ma ci hanno detto che non potevano prendere altri provvedimenti perché avevano bisogno di una denuncia”.  

Tragedia di Cistrena, ministro Minniti: “Troppe sottovalutazioni”

Antonietta Gargiulo è ancora ricoverata all’ospedale San Camillo di Roma dove mercoledì scorso è arrivata in condizioni gravissime. “Antonietta ancora non parla - ha detto l'amica -. Le sue condizioni migliorano piano piano, e ancora non sa nulla di quanto accaduto. Noi le staremo vicino cercando di aiutarla a superare tutto questo”.  

Si parla di

Video popolari

Strage a Cisterna, a “Mattino 5” la testimonianza dell’amica di Antonietta | IL VIDEO

LatinaToday è in caricamento