Mercoledì, 17 Luglio 2024
Animali

I Paesi Bassi hanno inasprito le restrizioni sull’allevamento e la detenzione di cani brachicefali

Il ministro dell’agricoltura e della fauna selvatica Piet Adema ha inasprito le leggi che vietano l’uso di cani brachicefali sui social media e come animali domestici.

I Paesi Bassi stanno inasprendo il divieto di cani brachicefali, dal naso piatto, e gatti con le orecchie piegate.

In particolare, è vietato avere un brachicefalo come animale domestico, nonché importarli ed esportarli.

Secondo DutchNews.nl, il ministro dell'agricoltura e della fauna selvatica Piet Adema ha spiegato che il governo ha deciso di inasprire le restrizioni sull'allevamento di cani con il naso piatto e gatti con le orecchie piegate già nel 2014 e nel 2019. Tuttavia, ha sottolineato, molti cittadini hanno continuano ad allevarli e commerciarli illegalmente.

In una lettera inviata al parlamento olandese, il ministro ha anche affermato:

"Rendiamo la vita miserabile per animali innocenti, semplicemente perché pensiamo che siano belli e carini".

E ha continuato:

"Ecco perché oggi stiamo facendo un grande passo verso un'Olanda in cui nessun animale domestico debba soffrire per il suo aspetto".

Iguana come animale domestico: tutto quello che bisogna sapere

Previsto un inasprimento delle restrizioni per alcune razze canine

Nel 2014, il governo olandese ha votato per vietare l'allevamento di circa 20 razze di cani dal muso corto.

È interessante notare che la legge in questo Paese utilizza un sistema detto a "semaforo" per determinare quali cani superano il test della lunghezza del muso. In particolare, il muso deve essere un terzo o più della lunghezza totale della testa del cane.

Questa legge è un passo fondamentale per fermare l'allevamento non etico di razze di cani brachicefali.

Infatti, mentre molti continuano a considerare attraenti cani come Carlini e Bulldog francesi, non si rendono conto che la loro anatomia alterata causa gravi danni alla loro salute; basti pensare che questi pet sono più soggetti a soffrire di colpi di calore e gravi problemi respiratori.

Gatto Bombay: l’affascinante felino nero che ricorda una pantera

Il divieto dei cani dal naso piatto colpisce anche i social media

È interessante notare che queste regole prevedono importanti restrizioni anche per quanto riguarda la rappresentazione di cani brachicefali sui social media e negli spot pubblicitari.

Sulla stessa lunghezza d'onda è la Gran Bretagna, dove l'associazione di veterinari ha sostenuto e presentato una campagna di sensibilizzazione per fermare il commercio, gli allevamenti, e la diffusione di immagini di cani che a causa della loro anatomia sviluppano terribili patologie, che mettono a rischio la loro vita.

I Paesi Bassi con queste nuove leggi volgono lo sguardo verso il benessere animale, e hanno come obiettivo quello di porre fine alle sofferenze per queste razze di cani che, a causa della loro particolare anatomia, sono più a rischio di sviluppare gravi patologie. 

Per tale ragione, quindi, il Governo vuole sensibilizzare l'opinione pubblica e, soprattutto, proteggere questi pet da sofferenze evitabili.

Articolo originale su Today.it 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Paesi Bassi hanno inasprito le restrizioni sull’allevamento e la detenzione di cani brachicefali
LatinaToday è in caricamento