menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

El pibe de oro Maradona a Baffo Sibilia: "Mister sei forte, perché sei piccolo come me"

Gli aneddoti della famosa amichevole con il Napoli raccontati dall'allenatore del Latina. Dalle orecchiette di Nilo, ai palleggi con l'arancia. La giornata del fuoriclasse argentino

Epica

Inevitabile a Latina, sin dagli istanti successivi alla notizia della scomparsa del grande "numero 10", ricordare l'amichevole tra il Napoli di Diego Armando Maradona, i nerazzurri e la Pro Cisterna. Dai calciatori che ebbero la fortuna di scendere in campo quel 1° novembre 1984, ai 10 mila spettatori sugli spalti dell'allora stadio Comunale, oggi Francioni. C'è chi ha letto e sentito raccontare. Nulla potrà cancellare che 26 anni fa Maradona sia passato a Latina, rappresentando una giornata epica nella storia del calcio cittadino. 

A tavola

Un tuffo nel passato insieme a Giancarlo Sibilia, al primo anno alla conduzione della prima squadra appena retrocessa dalla Serie C2. Un salto di categoria per l'allenatore della Primavera voluto dal ds Renato Piacentini. Il Latina, che in quel campionato giunse secondo alle spalle proprio della Pro Cisterna, pranzo al ristorante Fioretto. "Mangiammo per primi noi - ricorda Sibilia - perché poi sarebbe arrivato il Napoli con Maradonna, che si presentò con 25 persone al seguito, oltre ai compagni di squadra e lo staff". Maradona apprezzò molto le orecchiette prepararate dal ristoratore Nilo Sangiorgi. 

In campo

"Avremmo voluto dividere la partita in tre tempi - continua il "Baffo" pontino - per consentire sia a noi che alla Pro Cisterna di dare spazio a tutti. Il Napoli però non accetto la proposta e noi giocammo direttamente il secondo tempo, durante il quale ho dato a tutti i miei calciatori la possibilità di giocare contro Maradona, che rimase in campo tutta la partita". Di Diego un ricordo nitido, eloquente: "Correva velocismo palla al piede, si fermava e ripartiva con grande eleganza". Cinque gol del fuoriclasse nel 7-1 finale. Dopo la doccia, un incontro con il mister. "Tu sei l'allenatore vero? Mi chiede Maradona. Rispondo di si". E lui, in un italiano ancora non perfetto: "Allora sei forte perché si piccolo come". 
Un scambio di battute e un particolare. E che particolare... "Mentre parlavamo - conclude con un sorriso Sibilia - Maradona aveva in braccio mio figlio Fabrizio e con il piede sinistro palleggiava con un'arancia". Questo era Diego Armando Maradona. Un giorno a Latina! 

Tabellino

Pro Cisterna / Latina - Napoli 1-7

Pro Cisterna: Valeri (32' Tomeo), Fini (24' Tuzzi), Fiore, Lattuca, Ghio, Micheletti, Ciaralli, Bellucci, Pernarella (32' Bordin), Sellitri (32 Staffa). All. Biti

Latina (secondo tempo): Tontini (68' Montecalvo), Maione (80' Gargano), Atzori, Cruciani, Morgagni, Marcucci, Bruschi, Scagliola, Mannarelli (80' Tovalieri), Fadigati, Santarelli (68' Rossi).

All. Sibilia

Napoli: Castellini (46' Di Fusco), Bruscolotti (46' Ferrara), Boldini, Dal Fiume (46' Favo), De Simone (74' Napolitano), Ferrario, Caffarelli, Maddaloni, Puzone (74' Russiello), Maradona, Carannante.

All. Marchesi

Arbitro: Coppetelli di Tivoli

Marcatori: 5' Maradona, 9' Drago, 14' Dal Fiume, 20' Maradona, 25' Carannante, 31' Maradona (rig.), 42' Maradona, 14'st Maradona 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento