Paponi e Olivera rilanciano il Latina. Tre punti d'oro per i nerazzurri

Vittoria preziosa per i pontini che superano i biancorossi in una gara ricca di emozioni. Paponi la sblocca a metà primo tempo. Nella ripresa, Olivera raddoppia su rigore, prima dell'immediata risposta di Signori. Nel finale i nerazzurri soffrono, ma il fortino regge

Dal Livorno alla Pro Vercelli, sette squadre coinvolte nella lotta per la salvezza, tra chi cerca ancora un posto nei playout come Livorno e Salernitana, e chi invece vuole e può ancora evitare gli spareggi come Modena, Lanciano, Latina, Ascoli e Pro. È stata una grande giornata per il Latina, non solo per la preziosa vittoria casalinga con il Vicenza, ma anche per quanto accaduto sugli altri campi che vedevano coinvolte le rivali. In particolare, le altre tre squadre che alle ore 15 avevano gli stessi punti dei pontini. Il regalo più bello lo ha fatto l’ex Breda, che con un gol di Valjent a tempo scaduto, ha negato la vittoria al Lanciano. Le sconfitte di Modena e Salernitana hanno concluso la giornata perfetta. Il resto lo hanno fatto i nerazzurri, vincendo una gara difficile e sofferta, soprattutto nel finale. Ma più della prestazione, contavano i tre punti.   

Non mancano di certo le motivazioni. Spiccano senz’altro maggiormente quelle del Latina, che ha bisogno almeno di quattro punti nelle ultime due gare per sperare nella salvezza, traguardo che il Vicenza ha quasi raggiunto. Ai biancorossi manca un punto, ma basterebbe anche che chi sta dietro non faccia risultato. Si fa preferire il Vicenza, almeno nei primi quindici minuti, nei quali il Latina appare un po’ troppo dimesso e confusionario. Quando cominciano a salire in cattedra certi giocatori, come Scaglia, allora la partita del Latina sale di tono. Una sua serpentina sulla trequarti, con successivo cross al centro, propizia il gol di Paponi, abile a raccogliere la sfera di testa, dopo il maldestro disimpegno di Sampirisi, che aveva centrato la traversa. Una volta sbloccatosi, il Latina gioca sul velluto. La squadra di Gautieri manifesta una certa superiorità soprattutto a centrocampo, dove Schiattarella e Olivera garantiscono fluidità e la giusta quantità di cattiveria, mentre a sinistra i movimenti di Bandinelli mettono in crisi la retroguardia vicentina. Bene tra i biancorossi l’ex Moretti, che sfiora il gol con un violento destro dalla distanza.

LE PAGELLE 

SECONDO TEMPO – Parte forte il Latina, che ritrova la superiorità con la quale aveva chiuso la prima frazione. E le incursioni di Bandinelli, una delle quali, costringe Adejo al fallo in area. È rigore, e Olivera raddoppia dopo soli otto minuti. Il doppio vantaggio dovrebbe dare tranquillità ai nerazzurri, che però hanno poco tempo per festeggiare, perché Signori trova il gol tre minuti dopo, beneficiando di una difettosa respinta di Ujkani su una sassata di Vita dal limite. Un episodio che capovolge la situazione, rimescolando gli stati d’animo. Il Latina accusa un po’ il colpo, e per poco non viene beffato quasi subito da Galano. La prima mossa di Gautieri porta il nome di Boakye, che rileva Paponi. Scelta che sarebbe perfetta, se la traversa non respingesse la girata dell’ex atalantino, ancora una volta ispirato da Scaglia. Lerda risponde con le due punte, inserendo Pozzi, e passando al 4-2-4. La contromossa del tecnico nerazzurro è il passaggio alla difesa a cinque, con Baldanzeddu al posto di uno stremato Scaglia. Mentre da Modena e Cagliari arrivano notizie piacevoli, il Latina prima recrimina per una grande conclusione di Bandinelli, spentasi sul fondo, e poi ringrazia per la clemenza Pozzi, che davanti a Ujkani conclude debolmente. Dopo aver fallito il 2-2, Lerda deve incassare anche l’espulsione di Adejo per doppia ammonizione. In dieci l’assedio del Vicenza diventa meno incisivo, e insufficiente per ritrovare il pari. Ma il gol di Valjent al 95’ a Lanciano, regala la salvezza aritmetica ai biancorossi, a +5 sui playout, e offre una speranza in più ai nerazzurri.

LATINA (4-3-3) Ujkani; Bruscagin, Brosco, Dellafiore, Calderoni; Schiattarella, Olivera, Bandinelli; Scaglia (35’Baldanzeddu), Paponi (17’st Boakye), Dumitru (26’st Acosty). A disposizione: Farelli, Corvia, Boakye, Shahinas, Acosty, Mbaye, Esposito, Nelson, Baldanzeddu. All. Gautieri

VICENZA (4-2-3-1) Benussi; Sampirisi, Brighenti, Adejo, Ligi (; Moretti, Signori; Vita, Galano, Sbrissa (31’st Pozzi); Ebagua. A disposizione: Pelizzoli, El Hasni, Pozzi, Pinato, Urso, Bianchi, Modic, Dieye. All. Lerda

Arbitro: Abbattista di Molfetta

Marcatori: 25’pt Paponi (L), 8’st Olivera (L), 11’st Signori (V)

Ammoniti: Ligi (V), Paponi (L), Sbrissa (V), Bandinelli (L), Vita (V), Adejo (V), Olivera (L), Boakye (L)

Espulsi: 37’st Adejo (V) per doppia ammonizione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento