Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Pallavolo, primo colpo di mercato della Top Volley: arriva il bulgaro Yosifov

Il bulgaro Victor Yosifov sarà il nuovo centrale della squadra pontino; è il primo acquisto divella nuova squadra di mister Placì, presentato nei giorni scorsi dalla dirigenza della Top Volley

Iscritta al campionato e scelto il nuovo allenatore di quest’anno, la Top Volley centra il suo primo colpo di mercato. A Latina arriva il bulgaro Victor Yosifov che sarà il nuovo centrale della squadra pontina guidata da Camillo Palcì.

Il trentenne di Omurtak torna in Italia dopo due campionati di altissimo livello all’estero. Ha appena terminato la World League con la nazionale bulgara dove è arrivata alla finale della seconda fascia. Un elemento di spiccato livello già allenato da Placì in questi anni.

CHI E’ VICTOR YOSIFOV - Ha iniziato a giocare nella sua città e a 18 anni nella prima squadra del suo paese Omurtak per poi trasferisi a Varna sul Mar Nero. Arriva in Italia nel 2009-10 dopo l’esperienza con i bulgari della Chemo Bask alla M.Roma di A2 viene promosso in A1 e disputa la successiva annata, nel 2011-12 si trasferisce a Casa Modena per poi passare a Castellana Grotte, nel 2013-14 si trasferisce in Germania al Friedrichshafen dove vince la Coppa nazionale per poi approdare in Russia nelle file del Gubernia Nizhny Novgorod. È in nazionale dal 2009 dove vince l’Europeo e partecipa ai Giochi Olimpici di Londra 2012, il Mondiale 2010, la Challenge Cup 2011, sei World League e due Europei.

I COMMENTI - “Sono molto contento di tornare a giocare in Italia dopo due anni passati tra Germania e Russia - ha dichiarato Yosifov -. Ma soprattutto di poter lavorare con Camillo Placì, lo conosco bene è lo stimo molto. Ho avuto una bellissima esperienza a Roma che so che si trova poco distante da Latina, è una buona cosa perché conosco bene la regione e l’ambiente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, primo colpo di mercato della Top Volley: arriva il bulgaro Yosifov

LatinaToday è in caricamento