Sport Prampolini / Via dei Mille

Pallavolo, gara2 dei quarti di play off: a Latina arrivano i campioni della Lube

Archiviata la maratona a Civitanova di giovedì sera al termine della quale Ninfa Latina ha ceduto alla Lube solo al quinto set, la seconda gara dei quarti dei play off scudetto si gioca al PalaBianchini domani, domenica 13 marzo

Archiviata la maratona di giovedì scorso a Civitanova, al termine della quale Ninfa Latina ha ceduto alla Lube solo al quinto set, si torna in campo. Domani, domenica 13 marzo, alle 18 al PalaBianchini si gioca la seconda gara dei quarti di finale playoff scudetto UnipolSai - se li aggiudicherà chi vincerà tre gare -. 

Le due formazioni hanno sempre dato spettacolo nelle infinite sfide tra stagione regolare, Coppa Italia e playoff e ci sono tutti i presupposti per assistere ad un’altra serata di gala.

GLI AVVERSARI DI NINFA LATINA - Civitanova è una squadra costruita da vari anni per vincere tutto. Ha dominato la stagione regolare con 7 punti di vantaggio su Modena e 12 su Trento cancellando sul campo quello che gli esperti avevano previsto, una lotta a cinque. Un cammino che l’ha vista solo due volte soccombere ed entrambe al tiebreak (con Modena e a Trento), quindi non ha mai perso 3-1 o 3-0; ha lasciato punti solo con Latina, Padova e Ravenna. È ancora in corsa nella Champions dove giovedì ospiterà l’Halkbank degli ex Lorenzo Bernardi e Dragan Travica per entrare nelle final four di Cracovia (Pol) del 16-17 aprile.

Alla guida l’ex pontino Gianlorenzo Blengini, diventato in estate anche il tecnico della Nazionale che ha scelto come vice Giampaolo Medei (altro volto noto di Latina nel biennio 2009-11). Ha una rosa da far invidia, con al palleggio il giovane statunitense Christenson, come opposti il serbo di passaporto italiano Ivan Miljkovic e Alessandro Fei. Al centro i serbi Dragan Stankovic e Marko Podrascanin che devono lasciare un posto all’ex Enrico Cester per il conteggio degli stranieri. Di banda tanti azzurri, prima di tutti Osmany Juantorena e Simone Parodi (in attesa del rientro dell’infortunato Jiri Kovar che in gara 1 ha vestito la maglia di secondo libero), Klemen Cebulj e Reid Priddy. Libero il francese Jenia Grebennikov.

IN CASA LATINA - Latina ha sfiorato l’impresa a Civitanova costringendo gli avversari agli straordinari. Una gara dove non ha mollato mai anche sotto di svariate lunghezze come il recupero nel primo set da 14-12 a 14-18 e soprattutto nel tiebreak da 14-8 a 14-13 sfiorando un capovolgimento da record. Placì tre giorni fa ha schierato Sottile in regia, Hirsch opposto (alternandolo a Pavlov), Yosifov e Rossi al centro, Sket (Tailli in seconda linea) e Maruotti di banda, Romiti libero.    

I PRECEDENTI E GLI EX IN CAMPO - I precedenti parlano di 43 incontri tra stagioni regolari, playoff e Coppa Italia di cui 8 vinti dai pontini e 35 dai marchigiani. Cinque i precedenti di quest’anno tutti vinti dalla Lube (3-2 e 3-0 in campionato, doppio 3-0 in Coppa, 3-2 in Gara 1 di playoff). Nei playoff si sono affrontati 11 volte con 4 successi Latina e 7 Macerata (non contando la gara vinta a tavolino dalla Lube nell’edizione 2012-13). Nel Lazio il bilancio è di 3 gare vinte e 17 perse. Ex in campo Enrico Cester nel 2011-12 a Latina, in panchina Gianlorenzo Blengini lo scoro anno dall’altra parte del campo.

I COMMENTI

Luigi Goldner: “La caratteristica che accompagna Latina nel corso delle stagioni è di non temere nessuno e non mollare mai. Lo abbiamo dimostrato più volte sia in campionato che in Europa. Se giochiamo con la stessa carica agonistica di giovedì e con il giusto approccio psicologico, sono certo che metteremo ancora una volta in difficoltà la Lube. Noi non siamo delle comparse e stiamo disputando un’altra stagione da veri e propri protagonisti. Alla base c’è la passione per questo sport, e dopo quarant’anni di pallavolo, riesce ancora ad emozionarmi”
Gabriele Maruotti: “Sarà una gara molto importante perché dobbiamo assolutamente vincere per cercare di allungare la serie. Dobbiamo partire dalle cose buone che abbiamo fatto vedere a Civitanova. Dimostrare che Latina è ancora in corsa e vuole dire la sua anche in questa stagione. Dobbiamo scendere in campo carichi, con la voglia di dare battaglia dalla prima all’ultima palla”
Klemen Cebulj: “Dopo la lunga battaglia di gara 1, voltiamo pagina mettendo da parte la sofferta vittoria e pensiamo a gara 2 come se si ripartisse da 0-0. Per avere la meglio al PalaBianchini dovremo scendere in campo con grande aggressività e la massima concentrazione, Latina non avrà nulla da perdere e venderà cara la pelle. Vogliamo esprimere una prestazione sicuramente di livello superiore rispetto a quella di giovedì sera”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, gara2 dei quarti di play off: a Latina arrivano i campioni della Lube

LatinaToday è in caricamento