Sport

Andreoli, ritorna il sorriso: abbattuta Cuneo al tie-break

Vittoria sudata per gli uomini di Prandi in questa 17^ giornata di serie A1. Il "professore" a fine gara: "Giochiamo bene con le forti perché ci toglie pressione".

 

E con questi sono ventuno i punti dell’Andreoli in classifica. Un bottino medio, che per il momento fa dormire sonni tranquilli alla squadra pontina, ma il “baratro” è dietro l’angolo. L’unica ricetta che consentirebbe di navigare in acque tranquille sarebbe acquisire continuità nei risultati. Da San Giustino (penultima a 16 punti) in su, sono 5 i punti di distacco. A nove giornate dal termine della stagione regolare non pare essere un vantaggio troppo cospicuo. A parlare della vittoria in casa Latina è stato il tecnico Silvano Prandi: “Abbiamo avuto un passaggio a vuoto nel secondo set, subendo un parziale di 6-0 - ha commentato - . Abbiamo fatto fatica nel set successivo, poi con l’inserimento di Diachkov e Fragkos siamo riusciti a trovare continuità in attacco. Cuneo sicuramente non era al meglio, e in questo sport conta anche come gioca l’avversario. Noi giochiamo bene con le forti perché ci toglie la pressione”.

               

PRIMO SET - Il primo set è stata battaglia equilibrata. S’inizia con una serie di errori da parte degli ospiti (con Ngapeth) che consentono a Latina di tentare la fuga sull’11-8. Per i pontini Cester sfrutta a dovere il suo muro, costringendo il tecnico ospite Placì a chiamare tempo. Ngapeth continua a “sfornare” errori, e Baranowicz cerca di porre rimedio con un muro (siamo al 20-17), ma è ancora Cester respingere gli attacchi ospiti “erigendo” muri invalicabili. Cuneo chiede ancora tempo sul 23-18, poi Vissotto commette un errore e consegna il primo set nella mani di Latina.

SECONDO SET - A inizio secondo set ruotano un po’tutti gli uomini in campo. Jarosz porta in avanti i suoi, di prima intenzione e a muro, e si va sull’8-5. Cuneo risponde con i muri di Fortunato e l’attacco dell’italo belga Wijsmans. Prandi getta nella mischia Diachkov, ma l’inerzia del gioco è piemontese, e gli ospiti prendono il largo (10-14). Latina non molla e Diachkov schiaccia bene; De Pandis fa il suo, esibendo una difesa strepitosa. Si arriva quasi ad un testa a testa finale: è Ngapeth a chiudere i giochi con una pipe, sul 23-25.

TERZO SET - Nella prima parte di terzo set Carmelo Gitto tiene a galla i pontini, con muri e schiacciate che consentono a Latina di “scappare” già sull’11-8. Ma Cuneo non si fa sorprendere, e prende le dovute misure col nuovo entrato Veseley; per Latina c’è il solito Jarosz: prima commette un errore, poi si fa perdonare colpendo di prima intenzione (si va sul 14-14). Prandi chiede tempo, e getta nella mischia Fragkos e Troy, e si rosicchia qualche punto (21-22). Ma è ancora Ngapeth a condannare Latina, con un ace. Vissotto poi chiude i conti, e il set si chiude sul 22-25 per gli ospiti.

QUARTO SET - È un’Andreoli molto più convinta quella che scende in campo nel 4° set. Gitto e Jarosz guidano la risalita, e costringono Placì a chiamare tempo. L’inerzia stavolta è dalla parte di Latina: Jarosz mette a terra un ace e Fragkos un contrattacco, ed è 7-3 Latina. Ngapeth risponde con un ace; poi c’è tempo per un siparietto di Wijsmans, che viene ammonito dall’arbitro per proteste. Cester conferma la sua giornata “di grazia” a muro, e i pontini aumentano il vantaggio di 5 lunghezze; sul 20-15 Cuneo è costretta a chiamare timeout. Prandi reinserisce Rivera in seconda linea, e Troy va al servizio. Sono bravi e lucidi i pontini a chiudere il set, con un muro di Jarosz prima e di Diachkov poi. L’ucraino chiude il set sul 25-18.

QUINTO SET - È un’Andreoli motivata a vincere. I pontini partono a spron battuto con Gitto e un super Jarosz. Anche Rivera mette la firma sul filotto pontino, segnando l’ace del 7-2. Baranowicz tenta di dare speranza ai suoi (sul 9-6); poi va a segno Diachkov, Wijsmans commette un errore, e Latina va sul 13-8 anche grazie a una grande difesa di Fragkos. Sottile e Jarosz chiudono la partita con un muro e un ace per il 15-8 finale.

 

SERIE A1 SUSTENIUM, 17^ GIORNATA | LATINA CUNEO 3-2

Andreoli Latina-Bre Lannutti Cuneo 3-2 (25-19, 23-25, 22-25, 25-18, 15-8)

Andreoli Latina:  Jarosz 29, Fragkos 13, Gitto 14, Sottile 3, Rivera 5, Cester 11; De Pandis (L), Troy, Diachkov 11. N.e: Guemart, Hardy-Dessources, Tailli (L), Galabinov. All. Prandi

 

Bre Lannutti Cuneo: Fortunato 5, Vissotto 24, Ngapeth 15, Vesely 7, Baranowicz 5, Wijsmans 14; Henno (L), Caceres, Patriarca, Rossi. N.e: van Lankvelt, Izzo, Pieri (L). All. Placì

 

Arbitri: Catabiano, Tanasi

 

Note: 776 spettatori, 5004 incasso

 

Durata set 23‘, 30‘, 30‘, 23‘, 15‘. Tot. 2h01’

 

Andreoli Latina: Battute vincenti 7, battute sbagliate 20, muri 14, errori 24, attacco 60%.

Cuneo: bv 7, bs 13, m 11, e 22, a 46%.

 

MVP: Jarosz

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andreoli, ritorna il sorriso: abbattuta Cuneo al tie-break

LatinaToday è in caricamento