rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Sport

Podismo: il viaggio tra sogno e realtà dei maratoneti pontini a New York

Oggi otto runners della Olim Palus di Latina allo start della 49a edizione della madre di tutte le gare lungo le strade della Grande Mela

Il mito americano

Vivere gli States correndo. Chiedete qualcosa ai milioni di podisti che dal 1970 si sono cimentati nella 42,195 chilometi lungo le strade di New York. Chiedetelo agli 8 atleti dell'Olim Palus, team chiaramente pontino e chiaramente di Latina visto il nome scelto al momento della costituzione della società. 

Tra poche ore il via alla 49 esima edizione, che dalle 9.20 alle 11 (dalle 15.20 alle 17 ore italiane) raccoglierà le speranze di tutti, dai top runners ai veri amatori per un totale di cinque ondate e 50 mila partenti. Di questi ben 3159 italiani, la colonia straniera più rappresentata. E ci mancherebbe altro!

Allo start

I protagonisti della spedizione sono: Luana Santucci, Chiara Cucchiarelli entrambe accreditate di buone prestazioni cronometriche nonostante un lungo stop, Fabrizio Filice e Gianluca Parrocchia al primo test agonistico sulla distanza olimpica dopo un infortunio, Massimo Stanzione, l’esordiente Fausto Bianchi, l’ultramaratoneta Enrico Barbini di ritorno a New York dopo 10 anni. Una menzione per il veterano del gruppo Paolo Finestra, che a 20 anni precisi dalla prima partecipazione alla NYC Marathon sarà certamente ancora una volta protagonista sulle strade statunitensi.

Il percorso

La partenza della maratona è prevista da Staten Island, precisamente dal Ponte di Verrazzano.
Per evitare la congestione alla linea di partenza, sono stati programmati quattro diversi orari di partenza (9.20, 9.50, 10.15, 10.40, 11.00). Ad ogni concorrente verrà quindi assegnato un orario di partenza ed il corral relativo ad ogni ondata. Superato il Ponte di Verrazzano, il percorso piuttosto scorrevole prosegue fino al quartiere di Brooklyn e successivamente nel distretto del Queens. Si raggiunge poi il Queensborough Bridge al termine del quale ha inizio la 1st Avenue. La gara prosegue lungo First Avenue fino all’entrata nel quartiere del Bronx e successivamente lungo le strade di Harlem. Da Harlem si corre verso il centro di Manhattan lungo la 5th Avenue, per arrivare finalmente in Central Park, dove si trova la Finish Line nei pressi nel famoso ristorante Tavern on the Green. Qui una calorosa folla inciterà i partecipanti a dare il massimo...  per un’esperienza davvero unica! Il tempo limite è di 8 ore.

I trascorsi

La trasferta fuori dai confini nazionali è ormai una consuetudine per gli atleti dell’Olim Palus, che negli ultimi anni gli stessi sono stati protagonisti sulle strade di Honolulu, Dubai, Miami, Las Vegas e quest’anno, per festeggiare il ventennale dalla prima partecipazione di un atleta Olim Palus alla Maratona della Grande Mela ed i 10 anni dall’ultima partecipazione come squadra, si è deciso di tornare a cimentarsi tutti insieme sul percorso newyorkese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Podismo: il viaggio tra sogno e realtà dei maratoneti pontini a New York

LatinaToday è in caricamento