Scaglia segna, poi il Latina scompare. Ribaltone Bari, sfatato il tabù "Francioni"

Le reti di Valiani e Rosina tra il 39' e il 42' della ripresa, ribaltano l'iniziale vantaggio firmato da un gran gol di Scaglia alla fine del primo tempo. Nerazzurri vivaci nella prima frazione, troppo passivi nella ripresa

Schiattarella abbraccia Scaglia dopo il gol dell'1-0

Un uno-due nel giro di tre minuti e il Bari espugna il Francioni per la prima volta nella sua storia. Due gol che vanificano un primo tempo tatticamente perfetto dei pontini, incapaci però di ripetersi nella ripresa. Difficile pensare di poter gestire un vantaggio restando rintanati per oltre mezz’ora nella propria trequarti, rinunciando a far gioco, e anche al contropiede. Un passo indietro dopo la sconfitta di Cagliari, giunta anch’essa nei minuti finali, ma giunta al termine di una bella prestazione.

Le buone prestazioni, pur con risultati opposti, ottenuti la scorsa settimana, spingono i due tecnici ad affidarsi alla continuità. E così il Bari si affida al 4-3-3 con Sansone e De Luca in appoggio a Maniero, mentre Iuliano conferma il 4-3-3 mobile, pronto a diventare 4-2-3-1 quando Olivera e Schiattarella si abbassano davanti alla difesa, mentre Ammari avanza tra le linee. Le due squadre sono ben messe in campo, lo conferma la difficoltà che entrambi gli schieramenti incontrano nel far breccia nella trequarti avversaria per vie centrali. Solo attraverso le combinazioni veloci, e la sollecitazione degli esterni può produrre qualcosa di interessante. E’ dalle fasce che si costruiscono le occasioni migliori: il Bari all’11’ con De Luca (dopo l’uno due con maniero) e al 22’ con lo stesso centravanti imbeccato da un perfetto cross di Sabelli. Bravo Di Gennaro in tutte e due le situazioni a bloccare la sfera. Anche il Latina riesce a creare qualche grattacapo solo quando il gioco trova sfogo sulle corsie. Corvia appare troppo isolato, e in un contrasto si fa anche male (gli subentra Jefferson). E’ sempre Acosty quello più vivace, e anche pasticcione, come quando non calcia bene in porta dopo uno splendido invito recapitatogli dal destro di Olivera. In precedenza, ben imbeccato centralmente da Scaglia, il ghanese è bravo nello stop a seguire e nel tiro, ma trova Guarna attento. La gara però è piacevole, Iuliano cerca di dare una scossa invertendo gli esterni alti. Scelta che lo premia quasi subito, perché al 46’ Scaglia prende palla a destra, se la porta sul piede più nobile e trova una parabola perfetta, forse leggermente deviata, sulla quale Guarna non può nulla.

SECONDO TEMPO – L’errore grande che commette il Latina è quello di abbassarsi troppo, lasciando completamente l’iniziativa al Bari. I biancorossi non è che facciano granché, anzi, rischiano quando perdono palla sulla trequarti, come a inizio ripresa sul destro di Olivera deviato in angolo. Ma la pressione a tratti insostenibile, alla fine viene premiata. Due gol in tre minuti, prima di Valiani che entra in area e trafigge Di Gennaro con un violento destro all’incrocio, poi con Rosina, che si trova fortunosamente sulla traiettoria del tiro di Donati (subentrato a Romizi) e spiazza Di Gennaro. Un botta e risposta a cui è impossibile porre rimedio, sia per la mancanza di tempo, sia per l’incapacità del Latina apparso anche piuttosto stanco negli ultimi venticinque minuti. Vince il Bari, che sfata il tabu Francioni. Per il Latina, tanto da riflettere sull’incapacità di gestire il risultato.

LATINA (4-2-3-1) Di Gennaro; Bruscagin, Brosco, Dellafiore, Calderoni; Schiattarella, Olivera; Acosty (21’st Dumitru (36’st Moretti)), Ammari, Scaglia; Corvia (33’st Jefferson). A disposizione: Farelli, Minala, Bandinelli, Esposito, Marchionni, Baldenzeddu. All. Iuliano

BARI (4-3-3) Guarna; Sabelli, Di Cesare, Rada, Del Grosso; Valiani, Romizi (20’st Donati), Defendi; De Luca (47’st Di Noia), Maniero, Sansone (16’Rosina). A disposizione: Micai, Boateng, Puscas, Petropoulos, Donkor, Porcari. All. Nicola

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

MARCATORI: 46’pt Scaglia (L), 39’st Valiani (B), 42’st Rosina (B)

AMMONITI: Del Grosso (B), Dellafiore (L), Sabelli (B), Romizi (B), Donati (B), Scaglia (L)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento