rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Brosco fa bis, il risveglio di Acosty, bene Pinsoglio: le pagelle di Latina-Ternana

Il difensore realizza il secondo gol consecutivo dopo quello di Novara. Ottima prestazione del ghanese, tra i migliori dei suoi, e dell’estremo difensore, decisivo con due interventi

Il Latina ancora non trova la cura per la sua “pareggite”. Dopo sei partite sulla casella delle vittorie resiste strenuamente lo zero, triste destino condiviso con Avellino e Perugia (ma gli umbri hanno una gara in meno, ndr). Magra consolazione, perché anche nella gara giocata al Francioni con la Ternana, la sensazione è che si possa parlare più di due punti persi che di uno guadagnato. Perché in casa il Latina deve costruire il suo bottino di punti necessari per raggiungere quanto prima la quota salvezza, e perché per la seconda volta consecutiva, i nerazzurri si fanno raggiungere dopo essere passati in vantaggio.

Brosco e autorete di Garcia Tena: altro pari per il Latina con la Ternana

Un risultato che ha fatto arrabbiare molto il tecnico Vivarini, al quale non è piaciuto l’approccio soprattutto nel primo tempo, a dispetto di una ripresa giocata con maggiore concentrazione. Le problematiche da affrontare sono tante: una su tutte, la sterilità offensiva, ma anche le troppe ripartenze alle quali la squadra si espone in alcuni frangenti del match. Tra le note liete, il risveglio di Acosty – il migliore dei suoi – e la conferma delle grandi qualità di D’Urso. Potrebbero essere loro i due elementi sui quali puntare per il rilancio. Il tempo lo dirà.

Le pagelle

LATINA (4-4-2) Pinsoglio 7; Bruscagin 6,5 Brosco 7 Garcia Tena 5,5 Pinato s.v. (6’pt Di Matteo 5,5); Acosty 7 De Vitis 5,5 Moretti 6 (19’st Amadio 6) D’Urso 6,5; Paponi 5,5 (37’st Corvia s.v.) Boakye 6. A disposizione: Tonti, Coppolaro, Mariga, Rocca, Marchionni, Rolando. All. Vivarini 6

Pinsoglio 7 – Sul gol preso non ha colpe. Presente su Falletti e Zanon. L’intervento sul primo è decisivo.

Bruscagin 6,5 – Appoggia la manovra con una certa frequenza e buona qualità. Regge bene anche in fase difensiva, che resta il suo forte.

Brosco 7 – Va a segno per la seconda volta in quattro giorni, stavolta di testa. Nella ripresa ci prova con una delle sue cannonate dalla distanza e per poco non fa il bis.

Garcia Tena 5,5 – Beffato da Meccariello che lo mette nella condizione di spingere il pallone nella propria porta. Unico grave errore in una partita tutto sommato senza intoppi.

Pinato s.v. – Al primo affondo quella brutta torsione, e il ginocchio che fa crack. L’auspicio è che non sia così grave, anche se i segnali non sono dei migliori. In bocca al lupo (6’pt Di Matteo 5,5 – Vede meno le streghe rispetto a Novara, ma resta l’anello debole del quartetto difensivo. Seconda prova negativa dopo un inizio molto incoraggiante).

Acosty 7 – Si posiziona da esterno destro, e sembra un altro giocatore. Quando parte palla al piede e chiede l’uno due alla punta che viene incontro, è devastante. Di Gennaro gli dice no due volte, e sarebbero stati due grandissimi gol. Nella ripresa parte da sinistra, e gli effetti non mutano.

Moretti 6 – Non ha ancora i 90’ nelle gambe, ma riesce, quando può, a dare ordine e fluidità alla manovra. Mette a referto l’assist per Brosco (19’st Amadio 6 – Al posto di Moretti. Pochi fronzoli e il tentativo perpetuo di sveltire la manovra).

De Vitis 5,5 – Un passo indietro rispetto alle ultime prove. Alterna ottimi momenti, con recuperi di palla preziosi, e momenti di standby. Ne viene fuori una prestazione poco esaltante.

D’Urso 6,5 – Si potrà eccepire sui momenti di pausa, ma se fosse perfetto sarebbe già nella rosa di Spalletti. Però quando si accende si alza il livello di tutta la squadra. Anche defilato sulla fascia, da dove può muoversi a tutto campo, regala perle.

Paponi 5,5 – Il solito grande contributo in termini di corsa e sponde. Ma non incide. Una sola occasione in apertura di ripresa (37’st Corvia s.v. – Dieci minuti scarsi per riassaporare il campo dopo una lunga inattività. Chissà che il suo rientro non dia una mano significativa a Vivarini).

Boakye 6 – Tralasciando i due tentativi di tiro terminati in curva, restano evidenti i progressi rispetto alle primissime gare di campionato. È più presente nella manovra, cerca l’uno due con i compagni, e dà una mano in copertura. Gli manca solo il gol.

Vivarini 6 – Altro pareggio, altri due punti persi. La squadra va a corrente alternata e calcia poco in porta. È lì che deve lavorare.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brosco fa bis, il risveglio di Acosty, bene Pinsoglio: le pagelle di Latina-Ternana

LatinaToday è in caricamento