Berti sospeso per doping, Latina Triathlon: "Confidiamo in una giustizia equilibrata"

La nota della società a seguito del provvedimento del TNA per uso di clembuterolo. L'atleta parla di un farmaco per curare la bronchite

Dopo la notifica del NADO Italia del 4 ottobre, relativame alla posizione di Emilio Berti, sospeso in via cautelae dal Tribunale Nazionale Antidoping per l'utilizzo di clembuterolo riscontrato a seguito di analisi, dopo la gara di Triathllon Olimpico a Marina di Grosseto dello scorso 15 settembre, il consiglio direttivo della Latina Triathlon ha ascoltato il diretto interessato in merito ai fatti contestati. Al termine del confronto la posizione della società è stata comunicata attraverso la seguente nota:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Imerito al procedimento avviato dalla Procura Sportiva nei confronti del nostro tesserato Emilio Berti, la dirigenza sta procedendo agli approfondimenti del caso e segue gli sviluppi della vicenda con attenzione.
Emilio ha spiegato che si è trattato di un incidente del tutto involontario: affetto da bronchite, ha assunto un farmaco su prescrizione medica senza pensare agli effetti che esso avrebbe potuto avere.
Questi i termini della vicenda che ci sono stati spiegati dall’atleta direttamente e che lo stesso avrà modo di rappresentate nelle sedi opportune, affinché la giustizia sportiva faccia il suo corso con piena cognizione del caso.
La ASD Latina Triathlon è, e sarà sempre, al fianco delle autorità che tutti i giorni si adoperano per sconfiggere la piaga del doping.
Il doping va combattuto e chiunque sbagli è giusto ne assuma le conseguenze. Che ovviamente devono essere proporzionate alla gravità dei fatti.
Al contempo conosciamo Emilio per essere atleta serio, che si cimenta nella triplice disciplina da puro amatore, come tutti i nostri tesserati, nei ritagli di tempo tra il lavoro e la famiglia con immani sacrifici e fatiche.
Attendiamo quindi con tranquillità l’esito del procedimento in corso, confidando nell’equilibrio della giustizia sportiva, che saprà proporzionare l’eventuale provvedimento al caso di specie
".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

  • Coronavirus, mascherine obbligatorie anche a Latina: l’ordinanza del sindaco Coletta

  • Coronavirus Latina, la curva dei contagi non si ferma: altri 24 casi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento