Sport

Us Latina: squadra pronta per il ritiro, ma i lavori del Francioni sono a rischio

La squadra di Iuliano affronterà una selezione locale il 20 luglio. Contro la Virtus Lanciano, il primo test probante. Domenica 9 agosto l'esordio ufficiale in Tim Cup. Questione Francioni, lo sfogo della Cavicchi: "Strumentalizzazioni per colpire il Latina"

In attesa che la squadra si raduni in vista del ritiro di Cascia, la società pontina ha comunicato le prime amichevoli nelle quali saranno impegnati i nerazzurri. 

Si comincia lunedì 20 luglio alle 17.30 con una gara contro una selezione locale, seguita il giorno dopo dalla gara contro il Cascia, squadra di 1° categoria. Venerdì 24 alle 20.30 il primo test importante, a Lanciano contro la Virtus Lanciano. Martedì 28 e venerdì 31 luglio sono previste altre due amichevoli, da definire l'avversario. Mentre martedì 4 agosto il Francioni ospiterà la sfida contro il Vicenza. Quest'ultima gara precederà il primo impegno ufficiale in Tim Cup, previsto per domenica 9 agosto. Se il Latina dovesse passare il turno, disputerà il suo secondo incontro sabato 15 agosto. 

QUESTIONE FRANCIONI - Tiene banco nel frattempo la vicenda legata ai lavori di adeguamento dello Stadio Francioni, che sarebbero in pericolo in seguito all'apertura da parte del Pm di Milano di un fascicolo per abuso d'ufficio contro ignoti. A bloccare il progetto, il fatto che la zona dove è ubicato lo stadio sarebbe destinata a verde pubblico. Ai microfoni di LazioTv la co-presidente Paola Cavicchi si è lasciata andare a un duro sfogo: "Stiamo vivendo un momento particolare, di delusione. Vorrei mandare un messaggio che forse non tutti hanno capito: essere tra le 21 squadre della B è un bene prezioso. Non è, come pensano in molti, il gioco di Maietta a cui io sto andando dietro", ha dichiarato. "Non riesco a capire come mai, ogni anno quando stiamo affrontando un nuovo campionato, non chiediamo un plauso o riconoscenza, ma solo che per il terzo anno di fila facciamo parte del campionato di B. Questa è la risposta che dovrebbe bastare per far capire a tutti il duro lavoro e sacrificio che ci mettiamo tutti, dall'usciere ai co-presidente. Vedo che più andiamo avanti e più c'è ostruzionismo nei nostri confronti. Non riesco a capire se sia nei confronti della società Latina Calcio, nei miei o in quelli del presidente Maietta", accusa la Cavicchi che poi si scaglia contro le istituzioni: "Mi sembra tutto strumentalizzato e questo non lo accettiamo. Le strumentalizzazioni le devono fare al di fuori dei beni comuni e importanti della città. Non si può assolutamente barattare, se hanno delle previsioni non mi interessa. A me non pare una cosa trasparente ma strumentalizzata, se è vero quello che leggo dai giornali, tutto quello che hanno fatto è avvenuto tramite delibere e Giunte, non in un bar con quattro amici giocando a carte. Possibile che dall'anno scorso, ai primi di agosto, siamo arrivati a luglio 2015 per accorgersi del verde pubblico? Questa cosa mi sembra strumentalizzata ad hoc, al momento giusto, per colpire il Latina Calcio".

Si attendono novità, ma intanto il trasloco dal Francioni è un'ipotesi tutt'altro che remota. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Us Latina: squadra pronta per il ritiro, ma i lavori del Francioni sono a rischio

LatinaToday è in caricamento