V-Day a Latina, Zingaretti: "Non è la fine del covid, ma l'inizio di una svolta"

Alle prime somministrazioni del vaccino al Goretti hanno preso parte anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato

"Oggi è un'occasione per ringraziare tutti gli operatori della sanità della regione e della provincia pontina. Sono ormai mesi, dal 29 gennaio scorso quando furono individuati a Roma i primi due turisti cinesi, che giorno e notte c'è una parte di questo Paese che lotta per la vita e per la salute delle persone". Così ha esordito il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel giorno della somministrazione dei primi vaccini a Latina, nella tensostruttura dell'ospedale Goretti. Accanto a lui anche l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.

Primi vaccini al Goretti: "Giornata storica"

d'amato latina vaccino-2

La prima vaccinata: "Ora combattiamo con le armi in mano"

"Oggi è un giorno di svolta. Dobbiamo però essere molto chiari: la battaglia contro il covid è ancora lunga - ha dichiarato ancora il presidente Zingaretti - Oggi non è la fine del covid, è l'inizio di una nuova stagione perché finalmente si è accesa una piccola fiamma alla fine del tunnel e questo non può che darci speranza. Però, proprio noi nel Lazio che siamo una delle poche regioni mai finite in zona arancione, ora dobbiamo essere molto uniti e capire che ancora servono dei mesi. La vaccinazione dovrà coinvolgere milioni di italiani, i vaccini arriveranno dalle aziende farmaceutiche ma abbiamo davanti mesi in cui dobbiamo ancora stringere i denti. Il Lazio ha avuto sempre ordinanze regionali più restrittive di quelle del Governo e questo ci ha aiutato a non chiudere per molti mesi. Ora dobbiamo continuare così, con uno spirito di comunità che ci permetta di uscire da questo incubo il più presto possibile. Non sarà immediato. Dovevamo esserci, per ringraziare e dare un segnale: è un giorno di speranza ma ancora dobbiamo combattere".

Il primo vaccino iniettato a Latina - Il video

"Iniziamo anche qui a Latina, con le prime 40 dosi agli operatori sanitari - ha aggiunto l'assessore D'Amato -  Domani, con un giorno di ritardo a causa del maltempo, è previsto l'arrivo di circa 2mila dosi, per cui continuerà la vaccinazione sette giorni su sette, compresa la domenica e i festivi. Inizieremo anche nelle Rsa, la Asl ha già individuato le prime tre. L'obiettivo a fine gennaio è quello di completare tutti gli operatori sanitari e gli ospiti delle Rsa".

Si parla di

Video popolari

V-Day a Latina, Zingaretti: "Non è la fine del covid, ma l'inizio di una svolta"

LatinaToday è in caricamento