Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia

Bsp, cresce il sito di Latina: 400 milioni di investimenti e oltre 1.000 nuovi posti di lavoro

L’ad di Invitalia Mattarella nello stabilimento pontino dell’azienda leader mondiale nella fornitura di servizi all’industria farmaceutica e focalizzata nell’oncologia innovativa e nella produzione di nuovi biofarmaci per l’immunoterapia

Visita speciale ieri nel sito di Latina della Bsp Pharmaceuticals dove è arrivato Bernardo Mattarella, amministratore delegato di Invitalia. “Oggi - ha detto - siamo in visita in un'azienda nata da un’intuizione tecnologica e imprenditoriale, che ha rilevato un sito dismesso ed è diventata un'eccellenza mondiale, anche valorizzando la ricerca italiana e con una grande attenzione alle risorse umane. 

Attraverso lo strumento del Contratto di sviluppo, che Invitalia gestisce per conto del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, abbiamo sostenuto investimenti di Bsp pari a circa 400 milioni attraverso 4 diversi programmi, che hanno fatto crescere anche l'organico di oltre 1000 persone. Questa è la quintessenza del nostro lavoro: sostenere imprenditori che hanno idee illuminate e senso dello sviluppo”, ha poi aggiunto l’ad di Invitalia durante la visita nell’azienda di Latina, leader a livello globale nella fornitura di servizi all’industria farmaceutica e focalizzata nell’oncologia innovativa e nella produzione di nuovi biofarmaci per l’immunoterapia.

Fondata nel 2006 da Aldo Braca, con un progetto di riconversione del sito industriale dismesso ex Tetrapak, la società opera oggi come Contract Manufacturing & Development Organization (CDMO), esportando la quasi totalità dei propri servizi in oltre 80 paesi e servendo le principali aziende farmaceutiche a livello mondiale. Non solo, ma la Bsp è stata premiata nelle ultime 7 edizioni del World ADC Summit di San Diego, in California, come miglior fornitore mondiale di farmaci ADC (Antibody Drug Conjugates).

Dal 2015 la società ha firmato quattro contratti di sviluppo con Invitalia, rivolti all’aumento della capacità produttiva del sito di Latina (inserito in un campus di circa 30 ettari), attraverso la riqualificazione dei reparti sterili esistenti e la realizzazione di nuove unità operative, e al sostegno di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, per lo sviluppo di biofarmaci innovativi per le cure terapeutiche oncologiche e anticorpi monoclonali ad azione antivirale, citotossica e immunoterapica.

I quattro progetti hanno portato sul territorio circa 400 milioni di investimenti, per i quali Invitalia ha approvato 67,2 milioni di euro di agevolazioni (5,3 dei quali cofinanziati dalla Regione Lazio) e oltre 1.000 nuovi posti di lavoro. “Bsp Pharmaceuticals è ormai riconosciuta dal mondo della ricerca oncologica come uno dei principali centri di eccellenza a livello mondiale, ma la collaborazione con Invitalia resta per noi strategica – ha dichiarato Aldo Braca, presidente e amministratore delegato di Bsp – perché è anche grazie al sostegno di questi incentivi pubblici se non abbiamo mai smesso di investire nella sperimentazione e nella ricerca di nuove soluzioni tecnologiche da mettere a disposizione della lotta contro i tumori”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bsp, cresce il sito di Latina: 400 milioni di investimenti e oltre 1.000 nuovi posti di lavoro
LatinaToday è in caricamento