rotate-mobile
Economia

Lavoro, tasso di disoccupazione al 16% in provincia. Cresce nel Lazio

Secondo i dati Istat nel 2014 il tasso di disoccupazione è cresciuto di due punti nel Lazio; a Latina raggiunge il 15,9%, il secondo più alto di tutta la regione. Sono 38mila le persone in cerca di occupazione, 202mila gli occupati

Cresce leggermente il tasso di disoccupazione nel Lazio che dal 2013 al 2014 sale di 0,2 punti percentuali raggiungendo il 12,5%. Un dato in linea con il dato nazionale (12,7%), superato, invece, di gran lunga nella provincia pontina dove raggiunge addirittura il 15,9%, il dato più alto in tutta la regione solo dietro a Frosinone.

Questa la fotografia scattata dall’Istat in un'indagine sugli occupati e disoccupati in Italia in riferimento all’anno 2014.

LA PROVINCIA PONTINA - Nel territorio pontino lo scorso anno erano 38mila le persone in cerca di occupazione, egualmente divisi tra uomini e donne, con un tasso di disoccupazione leggermente più alto per quanto riguarda le donne (19,1%) rispetto agli uomini (13,7%).

Nel 2014, invece, sono invece 202mila gli occupati (121mila uomini e 81mila donne) con un tasso di occupazione del 52,2% (61,8% gli uomini  e 52,6% le donne). I tre quarti degli occupati sono impiegati nel settore dei servizi (143mila) mentre la restante parte è divisa tra agricoltura (19mila) e industria (40mila).

A LIVELLO REGIONALE - Sono 329mila le persone in circa di lavoro nel Lazio dove il tasso di disoccupazione raggiunge il 12,5%. Il più alto come detto a Frosinone (18,5%) seguito poi da Latina (15,9%) e Viterbo (15,6), Rieti (12,3%) e Roma (11,3%).

A LIVELLO NAZIONALE - Nella media del 2014, dopo due anni di calo, l'occupazione cresce (+0,4%, pari a 88.000 unità in confronto all'anno precedente), a sintesi di un aumento nel Nord (+0,4%) e nel Centro (+1,8%) e di un nuovo calo nel Mezzogiorno (-0,8%, pari a -45.000 unità).
La crescita degli occupati interessa sia gli uomini (+0,2%, pari a 31.000 unità) sia, soprattutto, le donne (+0,6%, pari a 57.000 unità). Prosegue tuttavia il calo degli occupati 15-34enni e dei 35-49enni (rispettivamente -148.000 unità e -162.000 unità), a fronte dell'incremento degli occupati con almeno 50 anni (+398.000 unità). Il tasso di occupazione si attesta al 55,7%, +0,2 punti percentuali rispetto al 2013. L'indicatore rimane invariato per gli uomini e sale di 0,3 punti per le donne. Alla crescita nel Centro e nel Nord si contrappone il calo nel Mezzogiorno (-0,2 punti percentuali).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, tasso di disoccupazione al 16% in provincia. Cresce nel Lazio

LatinaToday è in caricamento