Economia

Pmi-Day, le imprese di Latina e del Lazio aprono le porte agli studenti

L’obiettivo quella di mostrare ai giovani il mondo dell’impresa e le sue opportunità, cercando di trasmettere ai ragazzi i valori della cultura imprenditoriale. Sono 21 le aziende coinvolte nel Lazio, 4 quelle pontine

Le aziende pontine e del Lazio aprono le proprie porte agli studenti. Si terrà il prossimo 13 novembre, infatti, il PMI DAY-Industriamoci organizzato da Unindustria.

L’iniziativa, giunta alla sua sesta edizione e promossa dalla Piccola Industria nazionale in collaborazione con le Associazioni territoriali di Confindustria ha come obiettivo quella di mostrare ai giovani il mondo dell’impresa e le sue opportunità, cercando di trasmettere ai ragazzi i valori della cultura imprenditoriale.

“Il PMI DAY è pensato per contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva delle aziende ed il loro impegno giornaliero in favore della crescita, attraverso un momento di esperienza diretta sul campo - spiega Unindustria in una nota -. Le imprese che aderiscono al PMI DAY aprono infatti le porte dei propri stabilimenti agli studenti che hanno così l’occasione non solo di visitare i reparti ed i macchinari utilizzati per la produzione, ma anche di ascoltare, direttamente dalla voce degli imprenditori, la storia dell’azienda, e scoprire, dalle persone che ne fanno parte, l’orgoglio, i valori e la cultura che sottostanno al loro lavoro quotidiano.

“Il PMI DAY – afferma Vittoria Carli coordinatrice del PMI DAY di Unindustria – testimonia la grande volontà delle nostre imprese di scommettere sul futuro guardando ai giovani. Per gli studenti la partecipazione al PMI DAY è una importante occasione per cominciare ad immaginare il loro futuro lavorativo, magari proprio in una piccola impresa. Quest’anno il focus dell’iniziativa è il tema dell’innovazione nel senso più ampio del termine,  che delinea un nuovo modo di pensare e di fare impresa.

Le trasformazioni attuali riguardano le sfide tecnologiche di Industria 4.0:  oltre il 50% degli investimenti in innovazione nel mondo sono dedicati al Digitale. Dall’integrazione digitale-manifattura nascono fabbriche e prodotti del futuro capaci di affiancare virtuale e reale, aumentare la competitività, sviluppare nuovi modelli di business, presidiare i mercati. Si richiedono inevitabilmente nuove competenze. Un’opportunità importante – conclude Carli– sia per i giovani in cerca di primo impiego, sia per le imprese che possono così acquisire e formare nuove risorse  .”

In questa edizione sono 21 le aziende associate ad Unindustria, che apriranno le porte agli studenti di scuole superiori e Istituti Tecnici,  alle loro famiglie, insegnanti, ma anche agli amministratori degli enti locali ed a tutti coloro che interagiscono con l’attività delle imprese.

A Roma le aziende interessate saranno Consilia, Ega Congressi,  Gruppo Ised, Italtelec, Luiss Enbals, Proge Software, Softlab, The Triumph, Zanchi;  a Frosinone Carind, Gran Tour, Mondoesa Lazio, Sogef;; a Rieti GalaTech, Phoenix, Telpress, Lombardini ed a Viterbo l’azienda Saggini.

A Latina le aziende interessate sono ATM di Cisterna ATM (Azienda specializzata nella progettazione e realizzazione impianti e macchine utilizzate nel settore chimico-farmaceutico); Cantina Villa Gianna di Sabaudia (produzione e commercializzazione di vini); Ing. Gaeta & c.  sistemi elettrici di Sabaudia (attiva nella realizzazione di impianti fotovoltaici e manutenzione integrale, propone soluzioni per la produzione di biogas, impianti di cogenerazione, illuminazione a LED ed installazione di pompe di calore); Mappi International di Cisterna (leader nella produzione di forni per la tempra del vetro piano).

Le scuole coinvolte nell’iniziativa sono l’Istituto Tecnico Statale Bianchini Terracina e Istituto Campus dei Licei Cisterna di Latina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pmi-Day, le imprese di Latina e del Lazio aprono le porte agli studenti

LatinaToday è in caricamento