Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Licenziamenti alla Drs, presidio dei lavoratori al deposito di Findus e Algida

La nuova cooperativa che gestirà la struttura ha già annunciato che resteranno in azienda solo 40 operai su un totale di 61 attualmente impiegati. Protesta davanti ai cancelli di via delle Industrie a Latina Scalo

Scioperano da due giorni i lavoratori della Drs, Deposito regionale surgelati, la ditta che si occupa della gestione del deposito di Findus e Algida e della spedizione dei rispettivi prodotti. I dipendenti hanno organizzato un presidio davanti ai cancelli di via delle Industrie a Latina Scalo, contro la decisione della cooperativa che ha vinto il nuovo appalto di licenziare parte del personale. 

Dal 1° gennaio alcuni di loro perderanno il posto di lavoro. All'interno del sito sono attualmente impiegati 61 lavoratori, 46 dei quali assunti a tempo indeterminato e il resto con contratti interinali. Ma la nuova cooperativa che gestirà il deposito ha annunciato che resteranno solo 40 operai, 10 dei quali con un contratto di appena sei mesi. 

"Chiediamo alla società - ha detto Giuseppe Purita, responsabile dei trasporti e della logistica dell'Ugl di Latina - la riassunzione di tutti i lavoratori. Per svolgere nel migliore dei modi l’attività di gestione del deposito e la spedizione dei prodotti occorre il contributo dei 61 dipendenti che hanno lavorato sempre con grande dedizione e sacrificio".

"Ci opponiamo con tutte le nostre forze ai licenziamenti e non ci faremo intimorire dalle minacce dell’azienda. Andremo avanti nella nostra protesta – hanno spiegato le Rsa Ugl Gianluca Ermini e Donato Tedone – fino a quando le richieste non verranno accettate”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziamenti alla Drs, presidio dei lavoratori al deposito di Findus e Algida

LatinaToday è in caricamento