rotate-mobile
Cultura Centro / Piazzale dei Bonificatori

La Panchina Rossa: un gesto importante nella Giornata Internazionale della Donna

Nel piazzale delle poste di Latina è stata inaugurata la panchina rossa restaurata dall’artista Angela Cacciotti: un segno importante per ricordare le quotidiane battaglie di molte donne

È stata inaugurata nel pomeriggio di ieri, 7 marzo, la Panchina Rossa donata dal CIF (Centro Internazionale Femminile) alla città di Latina nel 2018 e oggi ricolorata e restaurata dall’artista Angela Cacciotti.

Una delle 21 panchine d’artista che MAD Museo d’Arte Diffusa in collaborazione con il Servizio Decoro del Comune di Latina ha sparpagliato per la città: dodici a Capoportiere, due a Foce del Duca, sei a piazza Moro, e una, per l’appunto la panchina rossa, nel piazzale del palazzo delle Poste di Latina.

Una panchina che ha un significato che va al di là della decorazione di un elemento di arredo urbano, che permette sì alle nostre piazze di essere più belle e colorate, ma che ricorda che ancora oggi nel 2022 esiste la violenza di genere, retaggio di una cultura maschilista, distorta e del non rispetto, che rende donne oggetto di possesso e non esseri umani con propri desideri, aspirazioni ed emozioni.

L’artista Angela Cacciotti ha voluto omaggiare il principale edificio delle Poste  della città posizionando accanto alla panchina una cassetta postale in stile americano, ma rimanendo concentrata sul tema della panchina apponendovi su il numero 1522 che altro non è che il numero telefonico a cui rivolgersi se si subiscono violenze.

Sulla panchina inoltre sono stati montati cinque dipinti circolari resinati con immagini afferenti il messaggio “LOVE IS NOT A GAME” ricordando che il rispetto reciproco è alla base di ogni rapporto.

Love is not a game-2

Dunque un’attenzione particolare a questo tema che l’Amministrazione Comunale di Latina, su suggerimento di Fabio D’Achille e il suo MAD, ha voluto dare a un tema che purtroppo non smette mai di essere all’ordine del giorno: la violenza contro le donne. Si apprende dal Report del Servizio Analisi Criminale della Polizia aggiornato proprio in questi giorni che nel 2021 su 119 vittime di sesso femminile 103 sono state uccise in ambito famigliare e affettivo, tra queste 70 uccise da partner o ex partner. Questi i principali numeri ai quali vanno sommate le violenze psicologiche, lo stalking e le molestie di vario genere sui luoghi di lavoro, mezzi pubblici e via dicendo.

Proprio oggi che è la Giornata Internazionale della Donna durante la quale si ricordano le lotte che le donne di ogni paese hanno sostenuto e sostengono ancora: dal diritto al voto e all’istruzione, al riconoscimento di diritti inalienabili di autodeterminazione con le leggi sul divorzio, sull'aborto, l’abrogazione del matrimonio riparatore e tantissime altre, è importante ricordare che in tanti paesi le donne ancora non sono libere di andare a scuola o votare, che in Europa e in Italia i salari medi delle donne sono inferiori a quelli degli uomini e siamo ancora lontani dalla reale parità delle opportunità.

Tanti passi sono stati fatti ma ancora molti devono essere faticosamente affrontati, i pregiudizi sono ancora troppi e solo la cultura, l’educazione, il rispetto reciproco e la collaborazione tra donne e uomini, può portare a una società più sana, più paritaria, più equilibrata.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Panchina Rossa: un gesto importante nella Giornata Internazionale della Donna

LatinaToday è in caricamento