rotate-mobile
La novità / Cisterna di Latina

Bosco del Filetto, dalla Regione primo “si” al riconoscimento dell’area come parco naturale

Lo annuncia il consigliere Vittorio Sambucci: "Soddisfatti dell’iter avviato su richiesta dei consiglieri di minoranza"

Un primo sì dalla Regione Lazio per il riconoscimento del Bosco del Filetto di Cisterna come parco naturale. Lo annuncia il consigliere regionale e vicepresidente della commissione Agricoltura Vittorio Sambucci. A giorni verrà effettuata una prima verifica al Bosco del Filetto da parte degli incaricati della Direzione regionale Ambiente e Parchi. Un primo passaggio nell'ambito di una procedura che porterà al riconoscimento dell'area come monumento naturale, secondo quanto stabilitp dalla Legge regionale 29/97.

“Si tratta di un riconoscimento importante, a tutela e promozione del nostro storico polmone verde - spiega Sambucci - E siamo veramente soddisfatti dell'avvio di questo iter dopo che, con i colleghi di opposizione al Comune di Cisterna: Gino Cene, Pierluigi Di Cori, Federica Felicetti e Antonello Merolla, nonché con le colleghe di gruppo FdI Simonetta Antenucci e Federica Agostini, abbiamo protocollato la richiesta alla Regione Lazio per questo prestigioso riconoscimento. Una richiesta, quella fatta insieme ai colleghi della minoranza alla Direzione regionale Ambiente e Parchi, per far in modo che questa oasi di 45 ettari di superficie, con alberi esemplari e reperti archeologici risalenti al 1500 come le 'Grotte di San Biaggio', venga riconosciuto monumento naturale essendo una bellezza artistica e paesaggio da preservare a beneficio dell’intera comunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bosco del Filetto, dalla Regione primo “si” al riconoscimento dell’area come parco naturale

LatinaToday è in caricamento