rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Politica

Elezioni amministrative, esposto in Questura sulle liste degli aventi diritto al voto

La denuncia è stata presentata dal candidato sindaco Antonio Bottoni che aveva sollevato il caso un anno fa. "Differenza di 13mila elettori"

Nuovo esposto sulle elezioni amministrative dello scorso anno nel capoluogo pontino. A presentarlo il candidato sindaco Antonio Bottoni che nella denuncia presentata in Questura segnala in particolare le discrepanze nelle liste elettorali del Comune che aveva messo in evidenza già un anno fa.

“Il nodo del contendere – ha spiegato Bottoni in una conferenza stampa - riguarda le liste degli aventi diritto al voto nel Comune di Latina. Il 20 settembre scorso avevo chiesto ed ottenuto il file digitale, ma erano emerse alcune anomalie. L’elenco degli aventi diritto riportava la data del 3 settembre ma mi sono subito accorto di alcuni problemi, trovando presenti in quella lista mio padre, deceduto 14 mesi prima e mia suocera, anch’essa deceduta addirittura 6 mesi prima. Avevo fatto notare l’incongruenza e lo stesso ufficio mi aveva consegnato, una settimana più tardi, un file aggiornato al 18 settembre. Confrontando i due file digitali avevo scoperto che tra le due liste erano spariti oltre 13mila elettori, con la prima che ne riportava oltre 120mila e la seconda che ne contava poco meno di 108mila, un numero enorme se si considera il totale dei cittadini che votano a Latina, oltre il 10%”.

Oggi, alla luce della sentenza del Tar e di quella del Consiglio di Stato che hanno disposto il ritorno alle urne per gli elettori di 22 sezioni Bottoni ha presentato un esposto in Questura con tanto di documentazione allegata affinché venga fatta chiarezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative, esposto in Questura sulle liste degli aventi diritto al voto

LatinaToday è in caricamento