rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Sport Aprilia

Aprilia, inizia il nuovo corso: sulla panchina la coppia Selvaggio-Liberti

Dalle giovanili alla prima squadra, il percorso di un numero 10 promessa del Milan, affiancato da una ex bandiera del Quinto Ricci

Sfida

A 44 anni appena compiuti l'11 febbraio, sfida intrigante per Pino Selvaggio, designato quale successore di Feola sulla panchina dell'Aprilia Racing Club. Al suo fianco Fabrizio Liberti capitano e bandiera delle rondinelle oltre un decennio fa. Nello staff tecnico entra a far parte Maurizio Miele quale collaboratore tecnico e recupero infortunati. Domani la presentazione alle 18 presso la sala conferenze dello stadio Quinto Ricci.

Dopo due giorni viene risolta la crisi tecnica coincisa con la sconfitta interna contro l'Albalonga e la decisione di un altro cambio di allenatore. Apparentemente nessuna soluzione interna, in realtà Pino Selvaggio è un uomo di fiducia del presidente Antonio Pezone. Ha a disposizione dieci gare per mettersi alla prova da mister esordiente in questa categoria. 

Sogno rossonero

Nella gestione Racing Club è stato allenatore della prima squadra in Eccellenza e degli Allievi Provinciali. Prima della Pineta dei Liberti, Pino Selvaggio aveva lavorato a Latina guidando i Giovanissimi Nazionali negli anni della Serie B. Il passaggio da giocatore ad allenatore tra Castel di Sangro e Formia. In campo era un "10" dai piedi vellutati, un po' punta un po' tre quartista. Promettente giovane nel Milan, si allenava a battere le punizioni il Diavolo di Fabio Capello. Il suo "sfidante" era un certo Zorro Boban. Poi la carriera lo ha portato a fare il giro della Penisola: Lodigiani (C1), Ischia (C1), Rimini (C2), Giorgione (C2),  Maceratese (C2), Latina (D), Potenza (D), Ostia Mare (D), Siracusa (D), Real Marcianise (D), Taranto (C2), Celano (C2), Aprilia (Eccellenza).

Difensore goleador

Fabrizio Liberti ha collezionato oltre 100 presenze con la maglia dell'Aprilia. Capitano e leader sotto la gestione del presidente Massimo Treiani torna al Quinto Ricci dove è stato idolo del tifosi. Con la maglia delle rondinelle dal 1999 al 2004 in serie D. Difensore dallo spiccato senso del gol (più di 20) ha centrato due terzi posti con mister D'Este e Bilotta (attualmente alla guida degli Under 16 e Under 19 dell' Aprilia Racing Club). Ha chiuso la carriera a 40 anni suonati, iniziando quella da allenatore. Il suo motto è "Io non porto lo sponsor", una campagna lanciata contro il diffuso fenomeno delle panchine affidate in cambio di adeguata copertura economica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aprilia, inizia il nuovo corso: sulla panchina la coppia Selvaggio-Liberti

LatinaToday è in caricamento