Sport

Voci dagli spogliatoi, Pecchia: “Danilevicius? D’un'altra categoria”

Raggiante Pecchia nel post gara di Catanzaro-Latina: "Abbiamo vinto su un campo difficile". Ottimo l'impatto del nuovo acquisto Danilevicius

Nel dopo partita possono essere fatte le prime analisi sul nuovo Latina fuoriuscito dalla campagna acquisti. Oggi Pecchia ha presentato Danilevicius dal 1’, smentendo quanti nei giorni scorsi lo davano per partente dalla panchina. Una scelta che tutto sommato ci può stare e che si è poi rivelata proficua. L’ariete lituano ha disputaTo una buonissima partita, senza troppo strafare per la verità. Senza troppi lampi: compito svolto col minimo sindacale; è stato bravo nel far salire la squadra e nel smistare palloni sulle fasce agli accorrenti “Kola” (lui sì che ha fatto una prestazione super, uno che sta tirando la carretta da inizio stagione e che merita un plauso particolare, ndr) e Barraco. “Danilevicius dall'inizio? Ha l'intelligenza per inserirsi da subito in un gruppo già collaudato – ha dichiarato il mister a fine partita -. È un grande giocatore, i numeri parlano chiaro: abbiamo preso un giocatore di altra categoria che ci consente anche di poter cambiare tipo di gioco all'occorrenza, riuscendo a darci un terminale offensivo anche senza giocare in velocità”. C’è possibilità di alternare gioco dunque anche se la velocità, sicuramente, è una caratteristica che ha permesso al Latina di "campare" fino ad oggi. Il 4-3-3 intanto continua a pagare. Più in là (e a seconda degli avversari) magari ci sarà possibilità di provare le due punte con Danilevicius però candidato a punta inamovibile.

SOLDATINO RICCIARDI, C’È GLORIA ANCHE PER TE – In questa corazzata Latina sarà importante non sovvertire equilibri e gerarchie per non scalfire il bel gruppo formatosi. Purtroppo non c’è, effettivamente, spazio per tutti. Giocatori come Tulli, Angelilli, Ricciardi (che nella prima parte di stagione hanno trovato qualche spiraglio per ovvie necessità) sono destinati a far parte delle seconde linee, ma non certo per comprovata inferiorità. Oggi per esempio è stato bella, quanto inaspettata, la terza segnatura del Latina targata Luca Ricciardi, centrocampista dal sinistro sopraffino accasato in nerazzurro da diverse stagioni ormai. Come dire uno di casa. “Permettetemi di fare un plauso a quei giocatori che per ora stanno rimanendo un po' ai margini – è stato il commento di Pecchia -. Mi riferisco per esempio a Ricciardi, a segno oggi appena entrato. E' il segno tangibile di quanto questo gruppo sia unito e coeso per remare tutti nella stessa direzione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voci dagli spogliatoi, Pecchia: “Danilevicius? D’un'altra categoria”

LatinaToday è in caricamento