Sport

Il Latina fa il suo, vince i play off e presenta la domanda di ripescaggio in Serie C

Pareggio dopo i supplementari, che premia i pontini nella finale con il Savoia. Di Renzo porta in vantaggio i nerazzurri, ripresi da Letizia. Nel finale espulsi Barberini e Fornito.

Festeggiamenti a fine gara

Da tempo non si vedevano scene di festeggiamenti al Francioni al termine di un campionato. Tanta era la voglia di prendersi qualche soddisfazione, perché quella più grossa è stata negata dal Monterosi e da un'annata illusoria. Inizialmente, con otto vittorie su nove partite, era lecito farci la bocca ad un ritorno in Serie C, che adesso non dipende più dai risultati in campo. Vinti i play off, la parola ora spetta alla società Latina Calcio 1932 e alla domanda di ripescaggio, i cui parametri sono riportati nel comunicato della FIGC 285/A, pubblicato il 14 giugno. Ci sarà un alternza tra retrocesse dalla Serie C e vincenti i play off in Serie D, qualora fosse necessario il completamento dell'organico di 60 squadre divise in tre gironi. 

I primi passi per salire di categoria con le carte da produrre e portare in Federazione sono stati già mossi. Ora bisogna guardarsi intorno e capire se effettivamente ci sono spiragli. Nessuna società al momento ha alzato bandiera bianca. L'ultimo ripescaggio è avvenuto al termine della stagione 2009 -2010, quando l'US Latina arrivò addirittura nono in classifica sempre nel girone G di Serie D. C'era ancora la Serie C2, che si chiamava Seconda Divisione.  E' stato l'inizio della scalata alla Serie B.

La realtà attuale è ben altra. Dopo quattro stagioni in Serie D, c'è voglia di cambiare categoria. Le scene di esultanza finale e gli applausi del pubblico, confermano una passione, che solo la delusione oltre alla pandemia ha saputo nascondere. Il secondo posto e la vittoria nei play off solo in parte comunque riscattano la stagione, ancora una volta tormentata sotto il profilo tecnico.

In queste ultime due gare, l'orgoglio e la voglia di riscatto sono venute fuori, tanto da aggiudicarsi contro le altrettanto blasonate Nocerina e Savoia due vere e proprie maratone tra tempi regolamentari e finali. Il futuro di molti giocatori dipenderà dalla categoria. Scudieri difficilmente rimarrà. La società al momento non si esprime su nulla. Da tre mesi tutti sono in silenzio stampa.

LATINA – SAVOIA 1-1

LATINA (3-4-3): Alonzi 6.5; Allegra 6.5 (42’st Atiagli 6), Esposito 6, Giorgini 6.5;  Mastrone 6.5 (9’st Calagna 6.5), Barberini5, Sevieri 6.5 (28’st Garufi 6), Pompei 6.5; Sarritzu 6 (9’st Di Emma 6.5), Di Renzo 6.5 (21’st Alessandro 6), Corsetti 6.5.

A disp. Gallo, Di Mino, Ricci, Calabrese.  

All. Scudieri

SAVOIA (3-5-2): Esposito 6;  Riccio 6.5, Cipolletta  6 (1’st Depetris 6.5), Poziello 6.5; Russo 6 (1’st Correnti 6), D’Ancora 6.5 (9’st Fornito 5), Liccardo 6.5 (20’st Letizia, 50’st Tarascio 6), De Rosa 7, Manca 6.5; Caso Naturale 6.5, Kyeremateng 6.

A disp. Mancini, Tarascio, Caiazzo, Sorrentino, Stallone.

All. Ferraro

ARBITRO: Leone di Barletta

ASSISTENTI: Piccichè di Trapani – Pilleri di Cagliari

MARCATORI: 14’pt Di Renzo, 32’st Letizia (rig.)

NOTE: espulsi al 39’st Barberini (L) e Fornito (S) per reciproche scorrettezze. Ammoniti Di Renzo, Corsetti, Esposito, Allegra, Calagna, De Rosa, Kyeremateng, Riccio.  Angoli 5-6. Rec. pt 1, st 6'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Latina fa il suo, vince i play off e presenta la domanda di ripescaggio in Serie C

LatinaToday è in caricamento