Sport

Latina, che beffa. Non basta la magia di Paolucci, la vittoria sfuma al 94'

Per la terza volta in questo campionato, i pontini vengono raggiunti nei minuti finali, e devono rimandare ancora una volta l'appuntamento con la vittoria. Non basta il gran gol dell'attacante al 21' del primo tempo. La rete di Ebagua allo scadere ristabilisce la parità

Dopo il Livorno e la Ternana, il Latina si vede “sottrarre” altri due punti nei minuti finali. La punizione di Ebagua al 49’ della ripresa, stronca i sogni pontini di ritrovare una vittoria che manca da due mesi, e che per il modo in cui stava maturando – con la strenua ed eroica difesa contro l’assedio dei liguri – avrebbe infuso nel gruppo guidato da Breda, una forte dose di autostima.

NOVITA’ IN ATTACCO - Non sarà senz’altro dispiaciuta a Breda la prova offerta dai suoi nella prima frazione. I nerazzurri se la giocano, pur attendendo l’avversario e cercando di colpire affidandosi alle ripartenze. Serve un intervento notevole di Chichizola per scongiurare l’eurogol di Angelo. Siamo al 3’, e la gara è già infiammata.
Squadre speculari, con Breda che continua ad affidarsi al 3-5-2 cambiando però alcuni interpreti, e apportando piccole modifiche tattiche. In difesa c’è Bruscagin al posto di Dellafiore, nel centrocampo a cinque, Valiani scala sulla corsia sinistra, mentre in attacco Pettinari affianca Paolucci. A turno poi, uno tra Bruno e Crimi salgono in attacco per pressare i portatori di palla liguri. Più rigido il 3-5-2 dello Spezia, che si appoggia molto sulla catena di destra dove imperversa Milos, ben assistito da Bakic. In avanti, Catellani (che abbandonerà il campo al 22’ per infortunio, ndr) viene supportato da Giannetti. E’ un Latina più presente con la testa, più cattivo, forse anche troppo come testimoniano i 4 ammoniti nel primo tempo. Non dispiace neppure lo Spezia, che prende il comando delle operazioni, e impegna due volte Farelli, prima con Catellani al 19’ – penetrazione centrale e conclusione respinta dall’estremo difensore pontino – poi con Datkovic al 31’ – colpo di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato, e respinta in tuffo – esattamente dieci minuti dopo il gol con il quale Paolucci sblocca il risultato e, forse, la sua stagione. Un gran gol, controllo, sinistro dalla distanza e palla sotto il sette. Lo stesso Paolucci potrebbe ripetersi al 42’, stavolta con il destro rasoterra, ma è bravo Chichizola.

LE PAGELLE 

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo è meno piacevole, frammentato dalle tante interruzioni. L’arbitro Saia è chiamato agli straordinari, estraendo il cartellino altre sei volte. Il canovaccio è abbastanza chiaro: lo Spezia spinge a testa bassa, con il Latina che si chiude nella propria trequarti studiando il momento propizio per ribattere in contropiede. Nel taccuino però, a parte i cambi che si susseguono, non c’è molto da annotare. Bjelica le prova tutte, schierando Ebagua per Datkovic, sistemando i suoi con il 4-3-3, chiudendo addirittura con Piccolo in avanti per sfruttare il gioco aereo. Breda invece inserisce prima Sbaffo, protagonista al 31’ insieme a Valiani nell’azione più pericolosa della ripresa – tiro del neo entrato respinto da Chichizola, e poi ribattuta dell'ex Siena che si spegne fuori di poco – e poi Doudou per Viviani, proprio con l’intento di colpire di rimessa, grazie alla velocità dell’attaccante. Dietro invece, i pontini si difendono con encomiabile stoicismo, con capitan Cottafava che giganteggia sulle palle alte, concedendo le briciole agli attaccanti liguri. Il Latina resta anche in dieci al 45’ per il rosso mostrato a Valiani per doppia ammonizione (assai dubbio il secondo giallo), e soccombe al 49’. La punizione (anch’essa dubbia) di Ebagua, trova una deviazione fortuita quanto decisiva per superare un Farelli fino a quel punto perfetto. Esplode lo stadio “Picco”, per Breda e i pontini il ritorno alla vittoria è ancora rimandato.

SPEZIA (3-5-2) Chichizola; Datkovic (18’st Ebagua), Piccolo, Valentini; Milos, Bakic, Juande, Brezovec, Migliore; Giannetti (27’st Ardemagni), Catellani (22’pt Cisotti). A disposizione: Nocchi, Acampora, Sammarco, Schiattarella, Gagliardini, Canadija. All. Bjelica

LATINA (3-5-2) Farelli; Brosco, Cottafava, Bruscagin; Angelo (14’st Milani), Crimi, Viviani (31’st Sbaffo), Bruno, Valiani; Pettinari, Paolucci (32’st Doudou). A disposizione: Spilabotte, Petagna, Almici, Ricciardi, Rossi, Sforzini. All. Breda

Arbitro: Saia di Palermo

Marcatori: 21’pt Paolucci (L), 49’st Ebagua (S)

Ammoniti: Bruscagin (L), Brosco (L), Bruno (L), Valiani (L), Bakic (S), Paolucci (L), Juande (S), Milos (S), Crimi (L), Ebagua (S)

Espulsi: 45’st Valiani (L) per doppia ammonizione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina, che beffa. Non basta la magia di Paolucci, la vittoria sfuma al 94'

LatinaToday è in caricamento