rotate-mobile
Sport

Latina, che peccato! Arriva solo un 1-1 con la Paganese

Il Latina non riesce a tornare dal "Torre" con i 3 punti necessari. Buona comunque la prova dei pontini sul campo. Troppi dubbi sull'arbitraggio del signor Chiffi

Il Latina pare abbia ritrovato il suo assetto e la voglia di continuare a marciare dopo quest’ultimo periodo contrassegnato dal “buio pesto”. Si guardava a questa trasferta come a una partita stregata, bisogna ammetterlo, sulla quale si è parlato tanto (forse troppo) e per questo se ne temeva l’esito. Sicuramente i 3 punti avrebbero avuto tutt’altro impatto sull’umore dello spogliatoio, ma in periodi di vacche magre non c’è da lamentarsi troppo. Si guardi a questo punto, quindi, come a un lumicino di rinnovata speranza. Se poi andiamo a guardare gli episodi del campo, invece, viene da riflettere. Ancora una volta una partita dei nerazzurri è stata contrassegnata da tante ed evidenti sviste arbitrali. Nel primo tempo l’atterramento in area di Cottafava, e il tocco di mani in area di Fernandez; nel secondo tempo l’atterramento in area di Ciarcià ai danni di Jefferson. Insomma la solita solfa, già “ascoltata” in quel di Frosinone, e in casa con la Nocerina (solo per citarne alcune). Bisogna prendere solo il  buono e a denti stretti, nonostante l’amaro in bocca. Il Latina ha offerto la prestazione più degna dell’ultimo periodo; e inoltre non ancora tutto è perduto. Adesso c’è da risolvere il testa a testa con il Perugia, a cui il Latina è appaiato a pari punti in classifica (46). Ma sarebbe buona norma puntare sempre lì, alla vetta, dove l’Avellino stanzia in solitaria a 51 punti (con gli irpini i conti sono ancora in sospeso perché dovranno passare dal “Francioni”). Il sogno è ancora possibile con il dovuto ottimismo e i necessari passi falsi dei campani strada facendo.

PRIMO TEMPO - L'inizio sembra promettente in casa dei nerazzurri: pressione a tutto campo sui portatori di campo e buona circolazione di palla anche se le azioni non arrivano. Al 7' Burrai ruba palla sulla trequarti, libera al tiro “Kola” che però spara su un difensore. La Paganese allora prende coraggio. Ci provano in sequenza Ciarcià, Tortori e Girardi senza impensierire troppo Bindi. Mentre tutto lascia presagire ad un primo tempo povero di emozioni, al 29' arriva il lampo che apre le danze; su punizione dalla tre quarti destra della Paganese De Giosa sbaglia completamente a rinviare. La palla sbatte addosso a Girardi, e arriva Caturano (forse in fuorigioco) che si avventa sul pallone, si gira in area e batte Bindi in diagonale. È sterile la reazione del Latina, ma ci sono alcuni episodi dubbi da segnalare come un presunto mani in area di rigore di Fernandez e un'evidente trattenuta in area di rigore su Cottafava non ravvisati da Chiffi. La prima frazione si chiude con un'azione tutta di prima sull'asse Burrai-Schetter, con quest'ultimo che spara dai 30 metri: Marruocco blocca senza problemi.

SECONDO TEMPO – Pecchia cambia subito qualcosa: Dentro Jefferson per Kola (scelta quanto mai azzeccata); Schetter si scatena subito sulla sinistra, semina due uomini, entra in area e poi dal fondo mette dentro un rasoterra potente su cui Jefferson interviene anticipando il marcatore e mettendo di punta alle spalle di Marruocco. È il risveglio del Latina che ora comincia a macinare gioco e occasioni. Al 5' c’è subito l’occasione per il raddoppio. Lancio di Cejas per Schetter che in area fa sponda per Jefferson; Il brasiliano dal limite mira l'angolo e la palla sfiora di un centimetro il palo. Al 9' break di Barraco che guadagna metri e poi prova a cercare al centro Jefferson con un cross liftato: è provvidenziale il tuffo di Marruocco. La Paganese risponde con una punizione di Scarpa che va di un soffio sopra l'incrocio. Il monologo pontino continua. Al quarto d'ora angolo da destra, Jefferson stoppa di petto una palla alzata a campanile dalla difesa e poi gira in sforbiciata, ma Marruocco è formidabile ancora una volta e para a mano aperta. Sulla ribattuta Sacilotto mette di nuovo al centro con la difesa azzurro stellata che spazza. Due minuti dopo su angolo di Burrai Schetter anticipa tutti di testa ma non trova lo specchio. Il Latina ha speso tanto e Pecchia prova a cambiare. Per l'assalto finale dentro Ricciardi e Angelilli, fuori gli stremati Burrai e Schetter. Il Latina fatica a trovare spazi contro  la difesa della Paganese che si chiude a riccio nella propria metà campo. In pieno recupero c'è un altro episodio da rivedere. Ciarcià rifila un calcione a Jefferson in area di rigore, ma per Chiffi è tutto regolare. Sul ribaltamento di fronte il Latina rischia grosso con Girardi che incorna di testa su un cross dalla destra mandano il pallone fuori di un soffio.

PAGANESE – LATINA 1-1

Paganese: Marruocco, Fernandez, Nunzella, Romondini, Fusco, Perrotta (35'st Franco), Ciarcià, Soligo, Girardi, Tortori (1'st Scarpa), Caturano (25'st Fava). A disp.: Robertiello, Pepe, Lulli, Babu. All.: Grassadonia

Latina: Bindi, Bruscagin, Giallombardo, Cejas, Cottafava, De Giosa, Barraco, Burrai (32'st Ricciardi), Kola (1'st Jefferson), Schetter (32'st Angelilli), Sacilotto. A disp.: Ioime, Agius, Gerbo, Danilevicius. All.: Pecchia

Arbitro: Chiffi di Padova. Assistenti: Tolfo di Pordenone Chiocchi di Foligno

Marcatori: 29'pt Girardi, 1'st Jefferson

Note - Ammoniti: Bruscagin, Schetter, Nunzella. Recuperi: 1'pt - 3'st

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina, che peccato! Arriva solo un 1-1 con la Paganese

LatinaToday è in caricamento