rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Sport

Doppio Dionisi, festeggia il Frosinone. Altro k.o. per il Latina

Una doppietta dell'attaccante nel giro di dodici minuti regala la vittoria alla squadra di Marino nel derby al 'Matusa'. Pontini generosi ma mai realmente pericolosi. Inutile il timbro di Acosty a tre minuti dal termine

Anche il più ottimista sapeva che vincere o anche solo uscire dal Matusa con un punto, sarebbe stata un’impresa dalla portata notevole. Per la superiorità del Frosinone certo, ma ancor più per gli evidenti limiti del Latina. E se con lo Spezia a emergere erano stati i progressi nel gioco, nel derby col Frosinone pesano i difetti. Di manovra soprattutto, lenta, e piuttosto improduttiva dalla cintola in su. Perché alla squadra di Vivarini, che conferma in blocco l’undici di domenica scorsa, manca un uomo che oltre a dare ordine accenda la luce in mezzo al campo, e vada oltre le giocate scolastiche di un pur volenteroso De Vitis. A poco servono le galoppate di Gilberto e Scaglia, che affondano e crossano appena ne hanno l’opportunità, ma sono poco assistiti, e inoltre non dispongono di cecchini lì in area. Dall’altra parte c’è una squadra che pur facendo altrettanto poco, dà l’impressione di poter far male non appena se ne crei il giusto presupposto. Accadrà presto. Il primo tempo scorre lentamente, e i propositi di bel gioco di ambo le squadre affondano nel fangoso terreno di gioco del ‘Matusa’.

LE PAGELLE: PINSOGLIO CHE ERRORE. BENE DI MATTEO

Più divertente la ripresa, che nel giro di un minuto vede le due squadre sfiorare il gol con Dionisi prima e Acosty poi. L’attaccante ciociaro non sbaglia al 7’, complice anche il difettoso tuffo di Pinsoglio sulla conclusione dalla distanza del 18 gialloblu. Avanti il Frosinone, che da quel momento percorre una strada liscia e in discesa. I difetti dei nerazzurri si evidenziano prepotentemente. A poco serve l’innesto di Boakye, nel tentativo di appesantire il reparto avanzato. Al Frosinone basta una rapida e precisa verticalizzazione di Sammarco (subentrato a Kragl) per mandare in porta Dionisi che fa il resto con un delizioso lob di esterno. Partita chiusa. Il Latina si fionda in avanti, ma è una reazione di pancia e di nervi, con poca testa e ancor meno qualità. Una piccola scossa la danno gli innesti contemporanei di Di Matteo e Amadio. Soprattutto il primo entra bene in gara e propizia il gol di Acosty al 42’, buono per aggiornare le statistiche più che per confidare in una clamorosa rimonta. Sventolano ancora le bandiere gialloblu. Il derby dice ancora Frosinone.

FROSINONE (4-3-3) Bardi; M. Ciofani, Pryyma, Ariaudo, Crivello; Kragl (18’st Sammarco), Gori, Soddimo; Paganini, D. Ciofani, Dionisi (35’st Dionisi). A disposizione: Zappino, Belvisi, Gucher, Preti, Volpe, Cocco, Csurko, Mazzotta All. Marino

LATINA (3-5-2) Pinsoglio; Brosco, Dellafiore, Garcia Tena (36’st Di Matteo); Gilberto, D’Urso, De Vitis (36’st Amadio), Mariga (13’st Boakye), Scaglia; Paponi, Acosty. A disposizione: Tonti, Bruscagin, Corvia, Coppolaro, Di Matteo, Moretti, Rocca, Amadio. All. Vivarini

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Marcatori: 7’st e 19’st Dionisi (F), 42’st Acosty (L)

Ammoniti: Gilberto (L), Kragl (F), Dionisi (F), Brosco (L), Di Matteo (L)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio Dionisi, festeggia il Frosinone. Altro k.o. per il Latina

LatinaToday è in caricamento