rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sport

Latina-Bari 2-0, le pagelle: Di Gennaro da serie A. Ammari padrone della mediana

Il portiere decisivo in almeno tre occasioni, mantiene inviolata la porta. Grande prestazione del franco-algerino capace di non far rimpiangere capitan Viviani

Grazie alla vittoria contro il Bari, il Latina è a un passo dal traguardo salvezza. A due giornate dal termine sono 4 i punti di vantaggio sulla zona playout, 5 qualora il Crotone non dovesse fare risultato. Sabato prossimo a Chiavari, potrebbe bastare anche un pareggio per conquistare aritmeticamente la salvezza.

Le pagelle

LATINA (4-2-3-1) Di Gennaro 8; Ristovski 6 Brosco 7 Bruscagin 6,5 Alhassan 6; Crimi 6,5 Valiani 6,5; Jaadi 6 (8’st Oduamadi 6,5) Ammari 7 Bidaoui 6 (21’st Figliomeni 6); Litteri 6 (40’st Talamo 6). A disposizione: Farelli, Angelo, Atiagli, Criscuolo, Bounha, Doudou. All. Iuliano 7

Di Gennaro 8 – Almeno tre prodigi che preservano l’immacolatezza della sua porta. Para in tutte le maniere, segno di completezza tecnica. Non male per un ventunenne. Insieme a Gabriel è stato in assoluto il miglior portiere della serie B. Sì, è già pronto per la massima serie.

Ristovski 6 – Più intraprendente nel primo tempo, nonostante il Latina tenda ad appoggiarsi sul lato opposto. Nella ripresa il Bari alza il baricentro e lui limita le sortite in avanti.

Brosco 7 – E’ in gran forma – per informazioni, chiedere a Caputo – ma il momento di grazia è certificato anche dall’incisività in fase offensiva. Sblocca il risultato da consumato rapinatore dell’area di rigore. Giganteggia in difesa.

Bruscagin 6,5 – Anche per lui buona prestazione, con giusto qualche sbavatura in più rispetto al compagno di reparto. Quisquilie.

Alhassan 6 – Soffre perché il Bari spinge soprattutto dalla sua parte, e perché Bidaoui lo guarda dall’altra parte del campo, dispensandosi dai compiti difensivi. Sbanda ma non crolla.

Crimi 6,5 – Prezioso lavoro in mediana, dove teoricamente dovrebbe trovarsi in inferiorità numerica. Il due contro tre non si avverte, anche perché c’è Ammari che dà una grande mano. Si risparmia gli inserimenti, e nell’unica occasione in cui si lancia in avanti, per poco non fa gol, complice anche Guarna.

Valiani 6,5 – Che faccia la mezzala, o il terzino, o il metodista o come oggi il mediano, poco importa. Ha un esteso database che gli consente di spendersi bene in qualsiasi ruolo venga impiegato.

Jaadi 6 – La partenza dà ragione a Iuliano. Giocate intelligenti, aperture di trenta metri che denotano grande visione di gioco. Cala nel finale di tempo, e infatti a inizio ripresa Iuliano lo richiama. Ma il ragazzo ha talento (8’st Oduamadi 6,5 – Più in palla rispetto alle ultime opache prestazioni. Segna un bel gol che scaccia ogni cattivo pensiero).

Ammari 7 – Certo, con un Viviani in più sarebbe meglio, ma l’impressione è che nel franco-algerino Iuliano abbia trovato il perfetto sostituto. Come trequartista poi, ha trovato la sua dimensione. E’ il primo a pressare il portatore di palla, a volte infastidisce persino i terzini. Per non parlare del grande sostegno che dà in mediana. Chapeau

Bidaoui 6 – La media tra la grande prestazione nella prima mezz’ora, in cui riesce a mandare in tilt il povero Sabelli, e la totale assenza in fase difensiva. Se Alhassan soffre contro Minala e Boateng, è anche per l’inferiorità numerica costante alla quale lui lo espone (21’st Figliomeni 6 – Quando Iuliano capisce che è il caso di coprirsi un po’, rinuncia a un esterno offensivo per inserire un difensore. Con il suo ingresso, la difesa si ricompatta e non soffre quasi più).

Litteri 6 – Fa un lavoraccio, sfiancante quanto prezioso. Di opportunità nitide per puntare il mirino verso la porta non ne ha. In compenso tiene impegnati Benedetti e Contini, aprendo gli spazi per gli esterni. Esce stremato (40’st Talamo 6 – Merita il voto perché è una sua sponda a mandare in porta Oduamadi)

Iuliano 7 – La sua squadra parte forte, segno di concentrazione e voglia di raggiungere l’obiettivo. Soffre nella ripresa, e con umiltà mette un difensore in più per contrastare il forcing dei baresi che chiudono con 4 attaccanti più Bellomo. Se come sembra, il Latina si salverà, saranno tanti i meriti da riconoscergli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina-Bari 2-0, le pagelle: Di Gennaro da serie A. Ammari padrone della mediana

LatinaToday è in caricamento