Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport

Bene i centrali difensivi, in avanti c'è solo Dumitru. Le pagelle di Latina-Brescia

Ottima prova dei due difensori centrali. In ripresa l'ex romanista autore. L'italo argentino governa la difesa e si fa sentire anche in avanti. Bene anche i centrocampisti e Dumitru

Secondo pareggio consecutivo per mister Gautieri, che dopo l’equilibrato 0-0 di Terni, vive emozioni contrastanti nella sfida del Francioni con il Brescia. I suoi vanno avanti e gestiscono bene il match fino alla doppia amnesia difensiva che capovolge la situazione. Il gol finale di Olivera addolcisce un pomeriggio che comunque alimenta molti rimpianti. Per lo meno il margine di vantaggio sulla zona playout resta intaccato.

LATINA (4-3-3) Ujkani 6; Bruscagin 6,5 Brosco 7 Dellafiore 7 Calderoni 5; Schiattarella 6 (29’st Ammari 6) Olivera 6,5 Scaglia 7; Acosty 6 (7’st Mbaye 5,5) Boakye 5,5 (38’st Paponi s.v.) Dumitru 7. A disposizione: Leone, Celli, Mariga, Figliomeni, Bandinelli, Milani. All. Gautieri 6,5

Ujkani 6 – Nessun grande intervento, e d’altronde il Brescia per oltre un’ora gli fa il solletico. Becca due gol su cui ha colpe minime, se non nulle. Graziato dal palo nel finale, altrimenti sarebbe stato responsabile del gol di Caracciolo.

Bruscagin 6,5 – Gautieri lo preferisce a Milani, perché c’è da affrontare un cliente scomodo come Embalo. Per gran parte del match lo contiene bene.

Brosco 7 – Dal castigo al posto da titolare, il passo è breve. E per una partita si rivede il Brosco quello buono, quello che non sbaglia un intervento e non fallisce un anticipo.

Dellafiore 7 – Come se non gli bastasse più giganteggiare nella sua zona, decide di essere decisivo anche da attaccante. Grande gol, il primo in stagione, e un ruolo sempre più importante in questa squadra.

Calderoni 5,5 – Sempre presente quando c’è da appoggiare la manovra offensiva, ma i due gol si originano nella sua zona. E se sul primo gol è il piazzamento dell’intera difesa a essere deficitario, sono molte di più le responsabilità sul secondo gol.

Schiattarella 6 – Ritrova il posto da titolare. Fondamentale per il lavoro di taglia e cuci che può offrire al centrocampo. Pecca solo di precisione nei passaggi, ma è un difetto estemporaneo che gli si perdona volentieri, così come il quasi gol del 2-0 nel primo tempo. È bravo Minelli (29’st Ammari 6 – Più incisivo rispetto alle precedenti occasioni. I dribbling riescono, così come le serpentine. Cerca un rigore che l’arbitro gli nega. Poi Venuti gli dà una mano).

Olivera 6,5 – Segna su rigore un gol pesantissimo, perché raddrizza un match che non si poteva perdere, e perché i precedenti dal dischetto erano stati assai funesti.

Scaglia 7 – Ogni transizione passa per i suoi piedi. È piuttosto ispirato, anche sui piazzati. Suo il cross sul gol di Dellafiore.

Acosty 6 – Le condizioni non sono delle migliori, e lui cerca di sopperire con l’impegno. Poi si ferma di nuovo (7’st Mbaye 5,5 – Spiace dirlo, ma il depauperamento qualitativo del centrocampo nerazzurro si verifica con il suo ingresso. Quando deve rincorrere l’avversario e tirar legnate, la sua presenza è preziosa. Quando invece deve portar palla e partecipare alla costruzione del gioco vengon fuori tutti i problemi).

Boakye 5,5 – Tanto sacrificio, buoni movimenti, ma anche tanta inconsistenza in fase realizzativa. Una copia sbiadita di Corvia (38’st Paponi s.v.). 

Dumitru 7 – Ispirato, volitivo, pericoloso, a tratti incontenibile. Sollecita in più di un’occasione Mazzoni, ispira il quasi gol di Schiattarella. Uomo in più, forse l’unico attaccante in palla su cui può contare Gautieri.

Gautieri 6,5 – La sua squadra per oltre un’ora gioca bene e merita il vantaggio. Paga il blackout di dieci minuti che per poco non gli costano la sconfitta. Tuttavia la squadra reagisce e trova il modo di raddrizzare la gara. Ed è un buon segno. Si attendono ulteriori progressi per il futuro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bene i centrali difensivi, in avanti c'è solo Dumitru. Le pagelle di Latina-Brescia

LatinaToday è in caricamento